Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

Lo stadio di San Siro rischia di essere venduto | Il caso

Lo stadio di San Siro “non vorrei mai arrivare a venderlo”. Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, tornando sulle sue parole di due giorni fa in cui ha ipotizzato anche una vendita dello stadio se le squadre dovessero scegliere di fare un nuovo impianto fuori Milano.

“Noi oggi abbiamo un vincolo, che è un contratto d’affitto, fino a giugno 2030 ma se le squadre veramente decidessero di andare via e ci comunicassero formalmente che loro ormai sono su un altro orizzonte – ha aggiunto a margine del Forum dell’economia urbana -, io non posso rischiare di creare un danno erariale al Comune e arrivare all’ultimo momento a trovare il compratore”.

“In realtà gli interessi su San Siro ci sono e ci sono sempre stati. Ma sono tutte cose che tengo nel cassetto perché non vorrei arrivare a doverlo vendere a qualcun altro – ha concluso -. Noi potremmo arricchire ovviamente anche l’area, oltre allo stadio, perché ci sono diritti volumetrici allegati che sono quelli previsti dal Pgt, quindi potrebbe essere una soluzione”.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.