Vito Cozzoli (presidente Sport e Salute): «Plauso a decreto per il Coni, ma ci toglie fondi. Ora basta aggressioni»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Vito Cozzoli, presidente e amministratore delegato di Sport e Salute, è intervenuto nel corso dell’audizione sul decreto legge recante misure urgenti in materia di organizzazione e funzionamento del Comitato olimpico nazionale italiano, in Commissione Istruzione al Senato.

«Lo sport non deve mai diventare occasione e strumento di divisione, quindi un plauso a questo decreto, ma chiediamo di restituire a Sport e Salute le condizioni minime necessarie per svolgere a pieno il proprio fondamentale lavoro, prima condizione non negoziabile e lo stop alle aggressioni mediatiche e giuridiche».

Il presidente di Sport e Salute vuole chiudere le polemiche con il Coni. «Abbiamo ascoltato la discutibile e curiosa interpretazione del Coni al decreto legge. Basta con le polemiche e con le interpretazioni di parte che vorrebbero addirittura privare una società dello Stato di ulteriori risorse umane e professionalità che stanno svolgendo mansioni fondamentali». Il decreto, ha precisato ancora Cozzoli, ha inopinatamente sottratto 5 milioni di euro a Sport e Salute, per questo motivo sono necessari «correttivi tecnici al decreto legge per assicurare la sostenibilità della società e del decreto sportivo».  

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.