#Vetrine d'Italia - Le storie delle attività commerciali che ripartono

Il PNRR una sfida per il futuro oltre la resilienza: la concretezza delle Proposte

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

ASSITERMINAL ha focalizzato iniziative e proposte suggerendo il MANIFESTO NEXT GENERATION EU che riportiamo di seguito

MANIFESTO NEXT GENERATION EU di ASSITERMINAL

1. GOVERNANCE MODERNA

Rendere i porti competitivi con regole di governance orientate a garantire una concorrenza trasparente tra i terminalisti superando i localismi. ADSP ver gestori di beni pubblici e moderni equilibrati regolatori. Possibilità di differenziare le governance tra porti gateway (che competono a livello europeo) e porti che servono esclusivamente il mercato locale (che non competono). Verificare altresì la possibilità di integrazione collaborativa tra Adsp su tematiche trasversali (es. tutela ambiente, infotelematica, semplificazione procedure).

2. MERCATO E REGOLAZIONE

Chiarezza nella disciplina della regolazione. La chiarezza delle regole e dell’apparato istituzionale che governa i porti è da ripensare. Chiarire il ruolo dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti limitato ai compiti istituzionali della regolazione dei servizi di pubblica utilità, ossia dei servizi di interesse generale in porto, in attuazione dell’art. 106 TFUE.

3. CONCESSIONI TRASPARENTI

Assegnazione delle concessioni secondo trasparenza e parità di trattamento al fine di rendere il mercato portuale maggiormente attrattivo per gli investitori; A partire dal regolamento ex art. 18 l. 84/94. Garanzia di libera circolazione servizi (art. 56 TFUE) e certezza del diritto.

4. CONCESSIONI ATTRATTIVE

Prevedere nel regolamento ex art. 18 l. 84/94 oppure in norma ad hoc il principio della modulazione degli elementi della concessione (misura dei canoni e durata) in modo da garantire un equilibrio economico e finanziario in applicazione del principio delle modifiche non sostanziali (sentenza Pressetext della Corte di giustizia),  previa notifica ex art. 108 TFUE da parte dell’ADSP competente.

5. DIGITALIZZAZIONE

Previsione di un meccanismo premiale per imprese portuali che investono nella digitalizzazione al fine di rendere maggiormente snello e sicuro il processo di arrivo e smistamento della merce in porto (es. iperammortamento). Contestuale obbligo di digitalizzazione delle procedure delle ADSP con specifico obbligo di realizzazione di infrastrutture telematiche tra loro connesse (valutare se ancora possibile servirsi della PLN a questi fini).

6. ACCELERAZIONE OPERE

Applicazione del modello “Genova” anche per le opere portuali (sia urgenti che non urgenti). Ossia applicazione diretta della direttiva 24/2014/UE con eliminazione di tutte le procedure previste dalla normativa interna ma non previste a livello comunitario (eliminazione del c.d. gold plating). Contestuale nomina di un Commissario straordinario direttamente collegato con la Presidenza del Consiglio. Applicazione della direttiva 2000/35/UE: tempi di pagamento non superiori a 30 giorni: altrimenti possibilità dell’impresa di emettere un titolo esecutivo verso l’amministrazione inadempiente.

7. ZLS/ZES/REGIME AGEVOLATO

Partendo dal presupposto che ogni Porto è potenzialmente già una “ZONA FRANCA” quantomeno procedere al completamento della ZLS con abolizione di tutte le procedure inutili e non vincolanti da normativa europea o internazionale.

Pur non essendo possibile adottare le ZES nelle zone non previste dalla  normativa comunitaria, si preveda, comunque, di adottare un Decreto Mnisteriale che preveda un regime fiscale  agevolato per le imprese stabilite nell’ambito portuale. Ad esempio, si ipotizza una durata di 5 anni, di carattere premiale per le imprese portuali che ad esempio …

  1. movimenteranno in ciascun terminal un volume di traffico (merci o persone) superiore del 25% rispetto all’anno precedente.
  2. incrementano l’uscita di traffico merci tramite ferrovia rispetto alla gomma del 20% rispetto all’anno precedente.
SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.