Philippe Donnet (ad Generali): «Sarà fondamentale ideare soluzioni assicurative innovative tra pubblico e privato»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Un «fondo pandemico internazionale», basato su una «partnership tra gli assicuratori, gli Stati Membri e in ultima istanza l’Unione europea per assicurare le potenziali perdite derivanti da una pandemia». Così si è espresso l’amministratore delegato di Generali Philippe Donnet, rivolgendosi alla commissaria europea ai Servizi Finanziari Mairead McGuinness.

Durante l’incontro virtuale con le istituzioni europee, Donnet ha lanciato la proposta. «Le Pmi in particolar modo sono state fortemente colpite dal lockdown e dalle conseguenti perdite dovute alla interruzione delle loro attività. Per la loro natura straordinaria i costi legati ad eventi pandemici non possono essere coperti dal solo settore assicurativo, ed è quindi fondamentale ideare soluzioni innovative fondate sulla collaborazione tra pubblico/privato».

Soluzioni che, ha evidenziato il Manager, «si è iniziato a discutere anche con Eiopa», l’Autorità europea delle assicurazioni e delle pensioni. 

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.