La classe dirigente del Paese si confronta sulla Ripartenza - Rivedi i nostri Talk

Giorgio Palù (virologo Cts): «Gli adolescenti sono la categoria meno immunizzata e la più esposta»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Secondo Giorgio Palù, virologo del Comitato tecnico scientifico, gli «adolescenti di medie e superiori sono la categoria meno immunizzata e la più esposta. Nell’ultima settimana di agosto il più alto tasso di casi (75%) e ricoveri (90%) riguarda i non vaccinati tra 12 e 39 anni».

Tra “punti critici” per la diffusione del virus tra i più giovani ci sono la scuola e i mezzi pubblici. Alla domanda de Il Corriere della Sera se la scuola sia al primo posto delle criticità per la diffusione del virus, conferma «ce lo dicono i numeri, ma non è l’unico luogo di aggregazione pericoloso».

Nodo cruciale saranno i trasporti «Sì, specie nelle aree metropolitane gli osservati speciali sono i mezzi di trasporto affollati di studenti nelle ore che precedono l’inizio delle lezioni» evidenzia. «Si sapeva, eppure non si è provveduto ad aumentare veicoli e corse né ad applicare la turnazione didattica per sfoltire gli assembramenti».

Per ridurre i rischi Palù consiglia «Controllori nei mezzi pubblici per verificare il rispetto delle misure di sicurezza. Oltre alla figura di un controllore si dovrebbero aggiungere sanificazioni e verifiche sui sistemi di trattamento dell’aria. Indossare le mascherine, sempre» e per le scuole «nelle aule si dovrebbe garantire un efficace ricambio d’aria. Ideali sarebbero filtri idonei».

Per saperne di più:

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.