Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

[Lo scenario] Il Wall Street Journal: «Ecco cosa farà la Meloni alla guida dell’Italia»

Anche il Wall Street Journal ha scelto di dedicare la prima pagina alla vittoria elettorale di Fratelli d’Italia, con una grande fotografia di Giorgia Meloni sotto il titolo “Coalizione di destra destinata a guidare l’Italia dopo le elezioni”.

Gli italiani, scrive il Wsj, hanno scelto «un leader non sperimentato che affronterà la crescente recessione economica e la crisi energetica dell’Europa derivanti dall’invasione russa dell’Ucraina».

Il voto in Italia è stata «la prima grande prova della coesione politica dell’Unione Europea nel momento in cui si confronta con il tentativo della Russia di ridisegnare l’ordine del continente post-Guerra Fredda», osserva il giornale, e sottolinea che gli elettori «si sono spostati verso partiti con chiare posizioni filo-occidentali, secondo gli exit poll, mentre i partiti deboli nei confronti della Russia hanno ottenuto risultati scarsi rispetto alle precedenti elezioni nazionali del 2018, nonostante i loro sforzi per corteggiare la popolarità mettendo in discussione le sanzioni occidentali a Mosca e resistere agli aiuti militari per l’Ucraina».

ll quotidiano ricorda poi che un debito pubblico pari a circa il 150% del Pil rende l’Italia «vulnerabile alle vendite sui mercati obbligazionari se gli investitori perdessero fiducia nella solidità delle politiche fiscali di Roma, e dipendente dalla Banca centrale europea per mantenere stabili i suoi rendimenti obbligazionari».

Perciò, «consapevole che qualsiasi reazione avversa da parte degli investitori obbligazionari potrebbe danneggiare ulteriormente le prospettive economiche dell’Italia, Meloni ha cercato di rassicurare i mercati finanziari sul fatto che un governo guidato da Fratelli d’Italia cercherà di mantenere la disciplina fiscale. Tale vincolo potrebbe lasciare una portata limitata per i tagli fiscali radicali che alcuni nella coalizione di destra vogliono», scrive il Wsj, secondo cui nei rapporti con l’Ue «molti osservatori a Roma affermano che Fdi è consapevole di quanto sia limitato lo spazio di manovra dell’Italia, data la sua fragilità economica e la necessità di buone relazioni con altri importanti attori in Europa e in Occidente».

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.