Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

La collezione Caproni sarà digitalizzata grazie al Pnrr | L’iniziativa

È stato presentato presso il Museo dell’aeronautica di Trento – dedicato al pioniere italiano dell’aviazione alla presenza del direttore della rappresentanza della Commissione europea in Italia, Antonio Parenti – un progetto di digitalizzazione del patrimonio culturale della collezione Caproni sarà digitalizzato. Il progetto di “Digitalizzazione del patrimonio culturale della collezione Caproni” è stato proposto dalla Soprintendenza per i beni culturali della Provincia di Trento ed ha ottenuto, da parte del Ministero della cultura, 654.903 euro nell’ambito della Missione 1 del Pnrr.

Il gruppo Caproni fu tra i protagonisti del mondo dell’aviazione e dell’industria italiana a partire dalla Prima guerra mondiale. Dal 1910, anno di inizio della sua attività di costruttore aeronautico, il trentino Gianni Caproni decise l’accantonamento all’interno delle sue officine degli apparecchi più importanti da lui progettati. Questo portò alla costituzione della più antica collezione di aeroplani al mondo. Ricomposta a Trento tra il 2012 e il 2021 grazie alla holdings di famiglia e dei figli della contessa Maria Fede Caproni, che hanno reso possibile l’acquisizione al patrimonio provinciale del nucleo archivistico e librario, la collezione rientra oggi tra le più importanti raccolte a tema aeronautico a livello internazionale, comprendendo aerei, frammenti di velivoli storici e una biblioteca di cinquemila volumi e 15mila copie di progetti di aerei.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.