Giorgio Spaziani Testa (Confedilizia): «Il blocco degli sfratti colpisce i redditi medi»

“Sono mesi che a Confedilizia arrivano segnalazioni di situazioni oltre il limite della tolleranza. Ci scrivono proprietari con redditi da 750 euro, 400 da pensione e 350 da affitto. Ora, secondo il M5s, dovranno affrontare altri mesi di blocco degli sfratti, oltre quello gia’ deciso fino al 31 dicembre. Stiamo raccogliendo testimonianze alla email bloccosfratti@confedilizia.it“. Lo afferma il presidente di Confedilizia Giorgio Spaziani Testa, in un’intervista al Giornale, in merito alla proposta del M5S di portare a un anno il blocco degli sfratti.

“Situazione intollerabile per il proprietario immobiliare tipo, che in Italia sono le famiglie. Il pubblico non funziona, se è vero che solo a Milano ci sono 10 mila alloggi del Comune mandati in malora – aggiunge -. Da noi l’affitto da parte della grande proprietà è ridottissimo, a differenza ad esempio della Germania. Ci sono famiglie che hanno messo negli immobili i loro risparmi. Il blocco degli sfratti, che è di per sé un esproprio, non fa nemmeno distinzioni, non prevede contraddittorio per mettere ad esempio in evidenza situazioni in cui la parte debole e’ il proprietario”.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO
image_pdf

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.