La classe dirigente del Paese si confronta sulla Ripartenza - Rivedi i nostri Talk

Stefano Folli (Repubblica): «Referendum abrogativo per il Green pass? Idea quantomeno illogica»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Un referendum abrogativo per il Green pass? Idea quantomeno illogica. Lo spiega Stefano Folli, sottolineando come « la grande maggioranza degli italiani è favorevole al documento, per cui un referendum — se mai si raccogliessero le firme necessarie — finirebbe solo per segnalare l’esiguo consenso di quella posizione».

«Tanto che i più dubbiosi circa la bontà di tale passo dovrebbero essere Salvini e Giorgia Meloni», scrive Folli su Repubblica. «È più interessante invece valutare il ritorno della stagione referendaria come strumento di rinnovamento sia pure parziale del Paese. La giustizia da riassettare, la cannabis da legalizzare, la caccia da abolire: temi diversi, messi in fila come un trenino che si avvia al plausibile appuntamento della primavera ’22».

«Le firme arrivano copiose e non perché sia diventato facile raccoglierle. Non è mai stato semplice, ricorda giustamente il radicale Marco Cappato. Certo, oggi per aderire esistono le scorciatoie elettroniche. Ma il nocciolo della questione riguarda la convinzione diffusa che il sistema è sempre più ingessato. Non c’entra l’antipolitica, semmai il desiderio di una politica più autentica».

«Non è la prima volta, ma sorprende che le istituzioni della democrazia rappresentativa siano rimaste in sostanza ferme — specchio della debolezza delle forze politiche — mentre il referendum, nel corso degli anni, ha fatto in tempo a prosperare, poi a declinare fino a sembrare moribondo e adesso a risorgere».

«Basta questo a segnalare l’importanza delle novità. Alcuni quesiti sono controversi, altri potrebbero non raggiungere il “quorum”. Se è vero che nell’Italia di oggi non esistono più i partiti, salvo rare eccezioni, ma quasi solo correnti e fazioni in urto fra loro anche all’interno della stessa sigla, ecco che la spinta referendaria può supplire per certi aspetti al cortocircuito della politica».

Per saperne di più:

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.