Come spendere i fondi dell’Europa. Ecco la voce dei nostri lettori: idee e proposte dal Centro Italia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Giovanni Fiocchi – Acquasparta (TN)

Investimenti in infrastrutture strategiche quali, autostrade, aree portuali, ferrovie, infrastrutture tecnologiche per garantire connessione ultrà veloce anche nei piccoli borghi al fine di offrire opportunità di servizi interattivi e smart di Eccellenza. Digitalizzazione e gestione unica dei dati della PA soprattutto per la gestione dei territori. Istituzione di un hub pubblico privato nazionale per assistenza, redazione e gestione progettazione europea diretta ed indiretta.

Patrizia Campati – Schiavi di Abruzzo (CH) – Insegnante

Affiancare al medico di base la figura dello psicologo. Sono tante le manifestazioni di “sofferenza” e di fragilità che prendono corpo e si manifestano nelle diverse fasce d’età della popolazione; sono evidenze antecedenti a questo periodo, ma più che mai emergenti all’interno delle situazioni problematiche dei nostri giorni. Troppo spesso il malessere psicologico viene ritenuto meno importante di quello fisico e molto di frequente trascurato.

Massimo Belli – Camerino (MC) – Impiegato

Piste ciclabili in sede propria, riforestazione e tutela del territorio, autoproduzione agricola e piccoli mercati, artigianato di qualità detassato, incentivare ritorno Italia rurale, sviluppare una crescita individuale con corsi yoga, meditazione, gruppi di auto-aiuto, attività di conoscenza interculturale con musica, cucina, arte, teatro partecipato;
Educazione non formale x attitudini del singolo, educazione all’aperto, sport vari gratuiti. Reddito di base con servizio alla collettività. Il resto delle attività di lusso o mercato piena libertà, concorrenza e flat-tax.
Stato assente un minimo di FF.OO e giustizia ex militari ma con laurea in psicologia e scienze sociali. 

Maria Chiara Teodori – Falconara Marittima (AP) – Casalinga

Sono molto legata ai problemi dell’agricoltura e dei boschi. Ho partecipato ad un corso di formazione dellaComunita Europea, con l’Università di Camerino e rimasi molto male quando dopo la teoria non ci fecero presentare un progetto per i fondi 2013/2020.
Ora l’idea di far ripulire i boschi, assumendo ad esempio studenti universitari e trasformare il materiale raccolto in pellet, potrebbe essere un sostentamento delle nostre zone di montagna e magari un ricavo economico le eccedenze. Un credito formativo per i ragazzi e la salvaguardia della flora e fauna. Si potrebbe usare la legna nell’edilizia, piantare arbusti commestibili come nocciole. Pulire sentieri per praticare attività fisica.

Luana Pasquali – Pensionata

Finanziare con prestiti da restituire, a tasso 0, coloro che fanno attività e in particolare coloro che impiegano persone; incentivare le attività che migliorano l’ambiente e la salute pubblica, potenziare il trasporto pubblico con mezzi belli ed eleganti, visto che siamo un paese a vocazione turistica, ricco di bellezze storiche e rovinato con le brutture fatte negli ultimi 30 anni solo a scopo portafoglio di pochi; incentivare parchi e giardini sia nelle città che nei paesi, far rinnovare gli automezzi a coloro che girano con mezzi inquinanti(auto, camion, api, trattori e macchine agricole che usano miscele puzzolenti, moto ecc) che rovinano la salute alle persone.

Diminuire i costi amministrativi per coloro che vogliono ristrutturare le loro abitazioni; eliminare o diminuire moltissimo i costi notarili e statali per quei poveracci che tentano di comprarsi la prima casa, o per coloro che ricevono in donazione la prima casa: esonerare dai guadagni dello Stato coloro che affittano la casa ad un prezzo non superiore ad un tot.

Calmierare i prezzi telefonici per le linee di casa delle famiglie, i prezzi delle assicurazioni auto e i prezzi delle strutture sulle spiagge date in concessione.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.