Trasporto aereo, a Bologna crollo del traffico pari al 67,7% a causa della crisi Covid

Traffico in contrazione del 67,7% rispetto al primo semestre del 2019, ricavi consolidati pari a 33,5 milioni di euro (58,9 milioni nel 1° semestre 2019), Ebitda consolidato negativo per 683 mila euro contro i +20,5 milioni di euro dello stesso periodo del 2019, utile netto consolidato negativo per 4,7 milioni di euro, rispetto ai +9,4 milioni nel primo semestre 2019.
Sono i principali indicatori della relazione finanziaria semestrale, approvata dal Cda di Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna Spa, riunito sotto la Presidenza di Enrico Postacchini, i cui risultati risentono “fortemente” dell’impattato dell’emergenza Covid-19 nei mesi da marzo a giugno.

“Come tutti gli operatori aeroportuali, viviamo in modo particolarmente pronunciato le conseguenze di un evento del tutto inaspettato come l’esplosione di un’emergenza sanitaria globale, che nel nostro caso si traduce in un’inevitabile contrazione del traffico aereo e conseguente calo per tutte le componenti del business”, ha commentato Nazareno Ventola, amministratore delegato e direttore generale di Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.