Tony Barber (Financial Times): «Invece di indulgere in intrighi politici, l’Italia si concentri sui fondi Ue»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

«Invece di indulgere in intrighi politici, i politici italiani dovrebbero concentrarsi nel fare l’uso migliore dei fondi della Ue. Se dovessero fallire, la frustrazione nei confronti dell’Italia crescerebbe nel resto dell’Europa». È questo il monito all’Italia che si legge nel commento del Financial Times, firmato da Tony Barber, ex corrispondente dall’Italia ed ora Europe Editor del quotidiano finanziario ed intitolato “L’intrigo politico ringhia mentre si profila una scelta fatidica per l’Italia”.

Ritirando le sue ministre del governo di Giuseppe Conte «l’ex premier Matteo Renzi ha portato incertezza nella situazione politica proprio quando l’Italia ha un grande bisogno di leadership stabile», prosegue il commento, ricordando la situazione della pandemia e la conseguente crisi economica. «Ma invece di affrontare questi problemi, ora Conte si deve occupare di ricostruire la sua maggioranza».

«La buona notizia per l’Italia è che improbabile un ripetersi dell’agitazione scoppiata nel 2018», aggiunge. Ora l’Italia «gode delle misure di emergenza della Bce e spera di rivitalizzare la sua economia con i 750 miliardi di euro del Recovery». «Inoltre, le manovre di Renzi potrebbero non portare alla creazione di una nuova coalizione, tanto meno ad elezioni anticipate», afferma, e quindi «l’ultimo round di intrighi potrebbe risolversi in una tempesta in una tazza da tè». «Se fosse così l’Italia potrebbe quindi concentrarsi sulla sua massima priorità, un’efficiente applicazione del Recovery Fund”, insiste ancora Tony Barber.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.