Roberto Rossignoli (Portfolio Manager Moneyfarm):«Tra i trend finanziari del 2021 c’è una rinnovata attenzione per il mondo emergente»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Tra i molti trend finanziari del 2021 c’è sicuramente una rinnovata attenzione per il mondo emergente. Proprio questa settimana la Cina ha confermato la crescita positiva nel 2020, rinvigorendo il dibattito sull’evoluzione della geografia degli investimenti. L’analisi è contenuta nel documento a cura di Roberto Rossignoli, Portfolio Manager di Moneyfarm.

Gli ultimi dieci anni non sono stati particolarmente favorevoli per chi avesse deciso di investire sui mercati emergenti. La performance di questo particolare indice, che comprende ormai un gruppo molto eterogeneo di Paesi, è rimasta stagnante. Ma quali sono le prospettive di questa particolare asset class nel mondo post-pandemia? Nel documento si sottolinea che nel mondo post-2008 i principali driver del prezzo dell’azionario emergente (crescita del Pil ed esportazioni oltre che la performance delle materie prime) hanno smesso di crescere e ciò ha influito negativamente sul valore dell’equity.

L’indice Msci emerging markets è ormai composto per oltre l’80% da paesi asiatici. A livello settoriale, i comparti tradizionali (financials, materials, energy) che pesavano quasi il 60% nel 2010 e giustificavano il raggruppamento di questi Paesi in un’unica asset class, a oggi occupano solo il 25% dell’indice, a vantaggio di settori growth e dei tecnologici. Il 2021, secondo Rossignoli, sarà probabilmente caratterizzato da un rimbalzo del Pil molto significativo e ciò potrebbe giocare a favore delle prospettive di questa asset class, soprattutto per quanto riguarda la componente asiatica.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.