Guido Nicolini (Presidente Confetra): «Nel PNRR 250 milioni di investimenti per le imprese logistiche»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

E’ positivo il giudizio di Confetra, Missione Infrastrutture e Logistica del Recovery Fund nazionale. Così la confederazione in una nota nella quale apprezzano l’impegno sul SuDoCo, sulla Lettera di vettura elettronica, a  favorire il convenzionamento esterno dei laboratori di verifica sulla merce ed a recepire le istanze di modernizzazione della attuale normativa che regola le spedizioni internazionali. “Bene anche per quanto riguarda i porti la scelta di andare verso l’interoperabilità dei Sistemi esistenti”.

Anche per quanto riguarda gli investimenti, afferma il presidente di Confetra, Guido Nicolini, “finalmente il nostro  Settore viene riconosciuto come una Industry e non come una commodity. Nel PNRR ci sono oltre 250 milioni di incentivi agli investimenti tecnologici e digitali per le imprese logistiche. Non più quindi solo misure “verticali” come ferrobonus, marebonus, rinnovo flotte, ma finalmente strumenti di politica industriale per accompagnare la crescita dimensionale e competitiva delle nostre imprese a prescindere da modalità di trasporto e vettori utilizzati”.

“Anche su Porti e trasporto ferroviario- conclude Nicolini- si va nella giusta direzione: cura dell’acqua e cura del ferro restano le migliori azioni si  possano mettere in campo per un sistema logistico piu’  sostenibile e green”.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.