Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

Valdis Dombrovskis (commissario UE): «L’Italia sia prudente, gli aiuti siano mirati»

“E’ un po’ difficile parlarne ora e sarebbe strano esprimersi in anticipo: di norma non commentiamo la bozza di manovra prima di riceverla.

Quando l’avremo, avvieremo un’analisi adeguata, formuleremo la nostra opinione e faremo i nostri commenti. In situazioni come queste di solito pubblichiamo comunque un parere basato su uno scenario a politiche invariate.

Ma nel caso italiano, vista la tempistica, abbiamo deciso di non farlo. Ci esprimeremo entro poche settimane”.

Lo afferma Valdis Dombrovskis in un’intervista a La Stampa, a proposito della legge di bilancio presentata ieri dal governo.

“Il messaggio per l’Italia è lo stesso che abbiamo inviato a tutti gli altri e cioè che gli interventi per far fronte alla crisi energetica devono essere temporanei e mirati, vale a dire diretti ai cittadini e alle imprese più in difficoltà”, spiega il vice presidente della Commissione Ue, aggiungendo che occorre “garantire una politica fiscale prudente, in particolare limitando la crescita della spesa primaria corrente finanziata a livello nazionale al di sotto della crescita potenziale a medio termine”.

Per quanto riguarda eventuali modifiche al Pnrr, Dombrovskis sottolinea che “molti Stati stanno rivedendo i loro piani e quindi c’è la possibilità di fare qualche riorientamento, ma li stiamo scoraggiando dal fare una revisione complessiva perché le tempistiche sono veramente strette e c’è la necessità di concentrarsi sull’implementazione delle misure contenute nei piani già approvati. Alcune possibilità ci sono, ma chiediamo che le revisioni siano il più possibile limitate”.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.