Massimiliano Salini (eurodeputato FI): «Le infrastrutture Ten-t necessarie per la ripartenza»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

“Gli investimenti sulle reti di trasporto trans-europee che potenziano la circolazione delle persone e delle merci sono importantissimi per le nostre imprese e per l’uscita dalla crisi: un vero pilastro della ripartenza post Covid-19. Con la risoluzione sulle infrastrutture Ten-t al voto in plenaria, l’Europarlamento chiede alla Commissione Ue di accelerare, usando tutti gli strumenti finanziari del Green Deal per completare la realizzazione dei corridoi strategici, indicando così un modello di sviluppo realmente sostenibile, che smentisce l’ambientalismo irresponsabile e ideologizzato del ‘no’ a tutto, primo colpevole del rallentamento di grandi opere  indispensabili, come l’alta velocità”. Lo dichiara l’eurodeputato di Forza Italia-Ppe Massimiliano Salini, che oggi è intervenuto in plenaria sulla revisione degli orientamenti relativi alla rete trans-europea di trasporto (Ten-t).  

La parola d’ordine è ‘correre’: le infrastrutture di trasporto che potenziano le interconnessioni europee sono condizione irrinunciabile per sostenere la libertà di impresa, creare posti di lavoro e tornare a crescere”, aggiunge.   “Nell’ottica di potenziare la rete Ten-t – conclude Salini – la risoluzione recepisce e valorizza un emendamento che ho fortemente voluto in Commissione Trasporti, che prevede lo stanziamento di 15 miliardi di euro per estendere a tutta Europa la tecnologia Ertms, indispensabile per accrescere la sicurezza dei treni e velocizzare gli scambi ferroviari tra i Paesi membri”.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.