Rishi Sunak (Cancelliere dello Scacchiere governo Johnson): «Contraccolpi lockdown inevitabili, economia inglese destinata ad andare peggio prima di andare meglio»

I contraccolpi dell’emergenza Covid sono inevitabili e l’economia del Regno Unito è destinata «ad andare peggio prima di andare meglio» e di vedere la luce di una ripresa. Lo ha detto alla Camera dei Comuni Rishi Sunak, Cancelliere dello Scacchiere del governo di Boris Johnson, aggiornando lo scenario di fronte ai deputati.

Sunak ha rivendicato i «280 miliardi di sterline» di aiuti pubblici e stimoli garantiti dal governo Tory in questi mesi, sottolineando tuttavia come la pandemia abbia comunque contribuito a produrre da febbraio 2020 a oggi «800.000 disoccupati in più». E ha aggiunto che le restrizioni del terzo lockdown nazionale, entrate in vigore da una settimana, «per quanto necessarie» dinanzi al dilagare della “variante inglese” del virus, non potranno non avere «un ulteriore significativo impatto» su imprese e lavoratori nei prossimi mesi.

La cancelliera ombra dell’opposizione laburista, Anneliese Dodds, si è dichiarata insoddisfatta, accusando Sunak di non aver indicato alcuna misura nuova. Mentre il leader del Labour, Keir Starmer, ha accusato Johnson e la sua compagine di aver preso tutte le «decisioni più importanti» sull’emergenza sanitaria «in ritardo», invocando ad un tempo ora restrizioni ancor più severe per frenare la diffusione dell’infezione, ma anche «una concentrazione» di nuovi aiuti di Stato a sostegno immediato «delle famiglie» e della gente comune costrette a restare a casa.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO
image_pdf

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.