Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

[L’analisi] Ecco come fare per consentire alle piccole e medie imprese di partecipare alle gare per il Pnrr

L’Ance sostiene che per assicurare la partecipazione dei raggruppamenti temporanei d’impresa di micro, piccole e medie imprese è necessario dare “piena pubblicità” delle procedure per la realizzazione delle opere del Pnrr. Questa è la richiesta avanzata dall’Associazione in audizione al Senato sul decreto Infrastrutture e Trasporti.    

Il dl ha sottolineato il vicepresidente per le Opere pubbliche, Luigi Schiavo, «potrebbe essere l’occasione per risolvere talune criticità presenti nell’ordinamento. Ad esempio, l’articolo 48 del DL 77/2021 prevede che le stazioni appaltanti possano ricorrere alla procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando di gara quando ciò è necessario per la realizzazione degli obiettivi o il rispetto dei tempi di attuazione del PNRR o del PNC. La norma, dunque, consente l’utilizzo di una procedura a concorrenza fortemente ridotta, qual è la procedura negoziata, non al ricorrere di presupposti oggettivi – come vorrebbe la normativa europea – bensì rimettendo tale scelta ad una valutazione soggettiva della stazione appaltante».    

Inoltre, «gli avvisi attraverso cui le stazioni appaltanti devono dare evidenza dell’avvio di dette procedure continuano ad avere una finalità di mera trasparenza, e non di piena pubblicità, come auspicato da Ance. Ciò rischia di determinare un grave danno al mercato» ha sottolineato il vicepresidente. «L’assenza, infatti, di una piena pubblicità delle procedure rende assai difficile – se non impossibile – la partecipazione in raggruppamenti temporanei d’impresa, ossia di uno strumento chiave per la crescita delle micro, piccole e medie imprese».

Il decreto dovrebbe quindi prevedere che gli avvisi «debbano essere tempestivamente e preventivamente pubblicati sui siti istituzionali delle stazioni appaltanti, in modo da consentire alle imprese interessate di poter manifestare preventivamente il loro interesse ad essere invitate, come operatore singolo o in raggruppamento».

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.