Industria 4.0, Benedetti (Presidente Mits): «Servono profili professionali super tecnici»

“È sempre più spinta la necessità per le aziende di reperire sul mercato del lavoro figure professionali”, come “i super tecnici Mits, che hanno ricevuto una solida formazione tecnica professionalizzante”. Lo ha sottolineato il presidente del Malignani Istituto tecnico superiore (Mits) Gianpietro Benedetti, in occasione del “Mits day: diplomati ITS e imprese si raccontano”, che ha avuto luogo a Udine.

Sono 103 i neo diplomati Mits, 18 con il massimo dei voti, che hanno terminato quest’anno il percorso di studi biennale post diploma, ottenendo lo scorso luglio il titolo di Tecnico superiore, e avendo nella gran parte dei casi già pronto un seguito lavorativo nelle imprese dove hanno svolto gli stage formativi. Il Mits, hanno fatto sapere gli attori del progetto, “anche nel periodo di chiusura a causa dell’emergenza Covid-19 ha sempre garantito la continuità dell’offerta formativa, in alcuni casi anche laboratoriale, grazie alle lezioni online, e ora, rispettando tutte le misure di sicurezza necessarie, è pronto a ripartire al 100% in presenza”.

“I dati sull’istruzione in Italia – ha osservato la presidente di Confindustria Udine Anna Mareschi Danieli – mostrano quanto il nostro capitale umano sia ancora relativamente debole. Abbiamo forti carenze in particolare sul livello di istruzione dopo il diploma. Il problema principale è l’assenza di una ‘seconda gamba’ professionalizzante. Serve un’offerta formativa terziaria che copra la domanda delle imprese, che ad oggi non risulta soddisfatta”.

Infine la presidente ha rimarcato la necessità “di un progetto nazionale che metta al centro il sistema di Istruzione tecnica in una logica di filiera, integrando Scuole, I.T.S. e Università, in una visione di lungo respiro”.

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.