Giovanni Toti (Governatore Liguria): «Serve una via mediana tra lo sconfiggere il Covid e il salvare l’economia»

“Anche da noi il virus circola in modo molto importante soprattutto nella città di Genova. Questo conferma che le più investite dalla malattia sono le grandi città urbane dove la densità abitativa è molto alta. A Genova ci sono 3 zone sostanzialmente intercluse al normale passaggio di essere umani.

Su Genova poi ci sono altre ordinanze per altre zone dove abbiamo chiuso   diverse cose, limitando alcune attività. I nostri ospedali sono abbastanza affollati ma rispetto al picco di marzo scorso abbiamo fenomenologie diverse, le terapie intensive sono meno piene”. 

Così Giovanni Toti, governatore della Liguria, ospite a Radio anch’io su Rai Radio1.       

“Io mi addebito il fatto di aver cercato di mantenere quella via mediana tra lo sconfiggere il Covid per evitare che faccia i danni peggiori negli ospedali da una parte, e dall’altro il fatto che la nostra economia sia oggettivamente stremata. Bisogna aver presente i due aspetti. Non c’è una scelta indolore.

Io mi coordino con il ministro Speranza, non c’è alcun deficit di coordinamento, c’è opportunamente differenziazione da territorio a territorio. Non si può trattare la Valle d’Aosta come Lampedusa. Applicare regole uguali è un’enorme ingiustizia”, aggiunge.       

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.