Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

Antonio Decaro (presidente Anci): «Possiamo abbattere le differenze, migliorare e unire il Paese»

Possiamo «abbattere le differenze, migliorare e unire il Paese». Ci è concessa una grande responsabilità, ma anche una grande opportunità. Lo sostiene Antonio Decaro, presidente dell’Anci, secondo il quale le sfide che abbiamo davanti sono quelle di «chiudere la fase della vaccinazione, tirarsi fuori dalla pandemia e far ripartire l’economia con il Pnrr».

«Uscire dalla crisi sanitaria senza sprecare i sacrifici con una ripresa economica e anche sociale. Dobbiamo offrire le chiavi di un’Italia migliore alla generazione 2030», dice in un’intervista a la Repubblica. Sfide che, sottolinea, «credo, impongano alla politica un atteggiamento responsabile: eleggere un presidente della Repubblica che rappresenti tutti gli italiani. Quelli che abbiamo davanti sono sette anni fondamentali per i prossimi 50, forse di più. Non possiamo permetterci un passaggio politico che spacchi il paese».

«Nei prossimi mesi si giocheranno due partite fondamentali per noi: la chiusura dei bilanci. E la sfida del Pnrr: c’è la necessità di spendere i soldi che arrivano, è vero. Ma per farlo» evidenzia Decaro «serve chiudere i progetti. Abbiamo bisogno di personale che al momento non è arrivato. E serve anche un Governo che chiuda le riforme che sono state promesse».

Sulla corsa al Colle, Decaro ritiene «che in questo momento non si possa pensare di eleggere un presidente della Repubblica a botte di maggioranza, magari dopo non so quante votazioni. Dire che serve un gesto di unità del paese non è retorica». Di Mattarella dice che «non ha mai lasciato sole le nostre comunità» ed è stato «in questi setti anni la faccia più bella, anche in grado di sorridere. Non era scontato». Sulla possibilità di un nuovo incarico, aggiunge «mi piacerebbe, e ripeto piacerebbe ad Antonio Decaro, che tutte le forze politiche, tutte, glielo chiedessero. Chissà».

Per saperne di più:

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.