La classe dirigente del Paese si confronta sulla Ripartenza - Rivedi i nostri Talk

Patrizio Bianchi (Ministro dell’Istruzione): «446 milioni di investimento nell’ambito del PNRR per il cablaggio degli istituti scolastici»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Stanziati 446 milioni di euro per la realizzazione di reti locali, cablate e wireless, nelle scuole. È stato pubblicato, infatti, sul sito del Ministero dell’Istruzione l’Avviso che mette a disposizione risorse che consentiranno di realizzare infrastrutture di rete negli istituti scolastici e colmare i divari presenti nel Paese.  

Si tratta della prima misura finanziata con fondi che fanno parte del programma “REACT-EU”, che ha lo scopo di promuovere il superamento degli effetti della crisi derivante dalla pandemia e preparare una ripresa verde, digitale e resiliente dell’economia, e sono stati stanziati nell’ambito della riprogrammazione del PON “Per la scuola” 2014-2020 – Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR). L’azione è in sinergia con il Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR).  

“Iniziamo con questo primo avviso ad assegnare le risorse che abbiamo a disposizione per la ripresa del Paese a partire dalla scuola e dalle nuove generazioni – ha dichiarato il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi –. Si tratta di un investimento importante, che consentirà di garantire infrastrutture di connessione efficienti a tutti i nostri istituti scolastici. Naturalmente, è un’attività di rafforzamento delle infrastrutture propedeutica alle azioni per il potenziamento delle competenze delle studentesse e degli studenti e del personale scolastico. Ma è chiaro a tutti noi che la nuova normalità verso la quale ci muoviamo non potrà essere quella pre-pandemica: dobbiamo fare tesoro dell’esperienza vissuta in questi mesi e costruire una nuova scuola che sappia rispondere alle sfide dei tempi che viviamo”.  

Dei primi 446 milioni disponibili sul Programma “REACT-EU”, 163 sono destinati alle scuole del Mezzogiorno. Obiettivo è dotare gli edifici scolastici di un’infrastruttura di rete capace di coprire gli spazi didattici e amministrativi delle scuole, consentire la connessione alla rete da parte del personale scolastico, delle studentesse e degli studenti. Assicurando, oltre al cablaggio degli spazi, la sicurezza informatica dei dati, la gestione e l’autenticazione degli accessi, la distribuzione interna dei dati alla massima velocità disponibile. La misura prevede il ricorso a tecnologie sia wired (cablaggio) sia wireless (WiFi), LAN e WLAN. Con le risorse a disposizione è previsto il finanziamento di interventi in tutte le istituzioni scolastiche per i singoli edifici di riferimento.  

L’Avviso è aperto a tutte le scuole statali e ai Centri provinciali per l’istruzione degli adulti (CPIA). Le scuole avranno a disposizione un importo variabile in base al loro numero di studenti e al numero di edifici scolastici.  

Il bando è “a sportello”: saranno ammesse a finanziamento le candidature che rispettano i requisiti dell’Avviso, sulla base dell’ordine cronologico della data e dell’orario di presentazione, fino al limite delle risorse disponibili. Il termine per aderire all’Avviso è il 14 settembre 2021. La conclusione dei progetti e la relativa rendicontazione delle spese dovranno avvenire entro dicembre 2022.  

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.