Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

Orazio Miloro (presidente Teatro Vittorio Emanuele di Messina): «Finalmente riapriamo, è un momento simbolico verso la normalità»

Riapre al pubblico il Teatro Vittorio Emanuele di Messina sabato 22 maggio, alle ore 20, con lo spettacolo Tutto Tango (omaggio ad Astor Piazzolla), realizzato in coproduzione con l’Associazione “Vincenzo Bellini” di Messina, presieduta da Giuseppe Ramirez. Il Teatro, che in questi mesi ha continuato a lavorare in modalità streaming ed in spazi all’aperto, riparte dallo spettacolo dedicato a Piazzolla, nell’ambito del programma “Musica in Rete”, avviato il 5 marzo scorso con il concerto “Quartetto Campaner”, inserito nel progetto “Resta a casa e vieni al Teatro”. Ad accogliere la notizia della riapertura positivamente è il presidente del Teatro, Orazio Miloro.

«Per la cultura e per la città di Messina è un momento simbolico davvero importante che segna anche l’avvio di un prudente e graduale percorso che mira al traguardo della tanto attesa normalità. Questo nuovo avvio vuole essere un segnale della fiducia che abbiamo per il futuro e per la ripresa, naturalmente in sicurezza».

Sicurezza prima di tutto, per far ripartire il territorio e la cultura di pari passo. «Il nostro territorio ha sempre visto intrecciate strettamente la vita economica e quella culturale, entrambe a livelli di eccellenza. Non potevamo quindi non farci trovare pronti a un riavvio in bellezza con un messaggio di serenità che solo la musica sa lanciare. Ci attende una stagione 2021/2022 ricca di proposte di qualità, che realizzeremo nonostante le difficoltà che questa emergenza ha causato anche al nostro Ente ed all’intero comparto teatrale»

«Il Vittorio Emanuele intende proseguire con determinazione in un percorso di valorizzazione e sviluppo ben preciso che ha chiaramente tracciato il consiglio di amministrazione nell’agosto 2019, con l’obiettivo di contribuire attraverso la cultura ad un reale percorso di ripresa del tessuto socio-economico dell’intera area dello Stretto», conclude Miloro.

Per saperne di più:

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.