Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

Nuove assunzioni e un inviato speciale: ecco il piano di rafforzamento del Mite

Nuove assunzioni al Mite per raggiungere gli obiettivi del Pnrr e la nomina di un inviato speciale per il cambiamento climatico. Questo prevede il dl recanti misure urgenti per il rafforzamento del ministero della transizione ecologica, affinché si proceda all’assunzione di personale specializzato presso il Ministero della transizione ecologica, autorizzando il Mite ad assumere a tempo indeterminato, per il biennio 2021-2022 e mediante procedure concorsuali semplificate, 218 unità di personale non dirigenziale a elevata specializzazione tecnica.

Prevista una riserva di posti del 50% per i soggetti che abbiano svolto, alle dipendenze di società a partecipazione pubblica, attività di supporto tecnico-specialistico e operativo in materia ambientale presso il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare ovvero presso il Mite per almeno due anni, anche non continuativi, nel triennio anteriore alla data di entrata in vigore del presente decreto.

Prevista poi la nomina, insieme al Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale, di un Inviato speciale per il cambiamento climatico e ne prevede i limiti di durata, che non possono eccedere il mandato di governo dei ministri che ne dispongono la nomina. L’inviato ha il compito di consentire «una più efficace partecipazione italiana agli eventi e ai negoziati internazionali sui temi ambientali, ivi inclusi quelli sul cambiamento climatico». Più poteri inoltre per i commissari delle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.