Il Think Tank quotidiano dove la classe dirigente si confronta sulla Ripartenza

Dalila Nesci (sottosegretaria Sud): «Massima sinergia per risolvere criticità e valorizzarne le risorse»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

«È necessaria la le massima sinergia per risolvere criticità del territorio e valorizzarne le risorse, sia a livello produttivo che turistico-culturale. Per questo ho voluto incontrare anche imprese e associazioni della zona». Lo ha detto, a margine della sua visita a Cirò Marina, la sottosegretaria per il Sud e la Coesione territoriale, Dalila Nesci.

«Ho voluto incontrare una delegazione dei sindaci dell’area del Cirotano per un confronto sulle priorità da affrontare a livello istituzionale, a partire da sicurezza e infrastrutture», spiega «Come Governo metteremo in campo azioni concrete per coniugare legalità e sviluppo, solo così la Calabria potrà ripartire».

«I Comuni» ha aggiunto «rappresentano l’avamposto dello Stato e vanno sostenuti. Nell’area del Cirotano è particolarmente doveroso garantire adeguati presidi di sicurezza e con questo incontro abbiamo avviato una interlocuzione specifica, anche con il Prefetto Carolina Ippolito. Ringrazio, per il tramite del sindaco Sergio Ferrari, tutti i primi cittadini presenti per il confronto costruttivo che abbiamo avuto e che proseguirà in futuro. Il Contratto Istituzionale di Sviluppo per la Calabria sarà una grande opportunità di rilancio per tutti i Comuni, perché oltre a stanziare risorse aggiuntive sono anche previste procedure velocizzate per l’attuazione dei progetti».

«Particolare attenzione verrà riservata allo sviluppo del tessuto economico, che nel Cirotano è rappresentato egregiamente dalle eccellenze vitivinicole, e anche al comparto del turismo culturale. Tra gli ambiti del CIS Calabria» ha proseguito la Sottosegretaria «abbiamo voluto inserire anche gli interventi a favore delle minoranze linguistiche e del loro patrimonio storico di tradizioni che, come nel caso del Muze di Pallagorio che la piattaforma Fili Meridiani ha voluto dedicare all’Alberia crotonese, rappresenta un grande valore aggiunto».

«Grazie al PNRR abbiamo stanziato 2 miliardi di euro nei prossimi anni per dare impulso alla Strategia nazionale per le aree interne e 1 miliardo di euro subito disponibile per il Piano nazionale Borghi. Le infrastrutture rivestono ovviamente un ruolo strategico e per questo, oltre a destinare il 50% dei fondi infrastrutturali del PNRR al Sud, abbiamo previsto anche un ulteriore Fondo di perequazione che consentirà di ridurre il divario rispetto al Centro-Nord».

«C’è un grande impegno finanziario per garantire gli investimenti necessari ma è indispensabile anche l’apporto progettuale: oltre ad un apposito fondo da 123 milioni di euro che consentirà ai Comuni di acquisire idee e proposte stiamo procedendo anche con le assunzioni, tra cui quella recentissima di oltre 2.000 unità destinate al Sud. Stiamo lavorando» ha concluso Nesci «con l’obiettivo di dare ai nostri terrori sia le risorse che gli strumenti necessari per far sì che la Calabria partecipi da protagonista al rilancio del Paese».

Per saperne di più:

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.