#Vetrine d'Italia - Le storie delle attività commerciali che ripartono

[I dati] 7 aziende su 10 non hanno risentito della crisi del covid

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Il Covid nel 2020, non si è fatto sentire negativamente sul fatturato di ben sette aziende su dieci, che hanno dimostrato di avere registrato un aumento del proprio giro di affari mentre oltre la metà ha mostrato ottimismo dichiarandosi fiducioso sulla possibilità di crescere anche nel 2021. I dati hanno poi evidenziato come la situazione a livello di canale sia profondamente cambiata: se la Gdo ha segnato un rialzo del 2,2%, l’Horeca al contrario ha subito una pesante contrazione pari al 36,5%, tornando ai livelli del 2002.

Da segnalare poi la rinata vitalità dei negozi di prossimità, che hanno usufruito dei vari lockdown per riposizionarsi e incrementare la propria quota di mercato al 18,9%. E’ quanto mostra una survey online diretta ai vertici manageriali e imprenditoriali di una selezione di imprese (un insieme di realtà che congiuntamente fattura 20 miliardi di euro all’anno) condotta da The European House – Ambrosetti. L’obiettivo del sondaggio è quello di approfondire l’impatto del Covid-19 e delineare le linee guida per una ripartenza post-pandemica, in occasione della quinta edizione del Forum “La Roadmap del futuro per il Food&Beverage”. L’evento è promosso da The European House – Ambrosetti in forma digitale da venerdì 4 a sabato 5 giugno a Bormio. Sul fronte e-commerce, lo scorso anno le vendite sul web del settore food & grocery hanno contato solo per l’1,7% del totale acquisti, ma con una crescita nel 2020 del 56%.

Complice le chiusure degli esercenti del fuori casa, il food delivery ha generato un valore pari a 706 milioni di euro, con l’obiettivo quest’anno di compiere un ennesimo balzo in avanti e registrare un giro di affari di 1 miliardo di euro. Da notare che il servizio di delivery ha raggiunto il 100% nei Comuni con almeno 50 mila abitanti e che i pagamenti sette volte su dieci sono stati effettuati con modalità cashless.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.