La classe dirigente del Paese si confronta sulla Ripartenza - Rivedi i nostri Talk

Gelsomina Vigliotti (vicepresidente Bei): «Bei contribuirà significativamente alla sostenibilità ambientale»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

È stata nominata la nuova vicepresidente italiana della Banca europea degli investimenti e membro del comitato direttivo: Gelsomina Vigliotti. Originaria di Taranto, 59 anni, una carriera al ministero dell’Economia e impegnata sui principali tavoli internazionali. Succede a Dario Scannapieco, passato alla guida di Cassa depositi e prestiti. Il consiglio dei governatori della Bei ha approvato ieri la sua nomina sulla base della proposta del Met. È la prima donna a diventare vicepresidente di uno dei maggiori Paesi azionisti.

La Bei è di proprietà comune dei 27 Paesi Ue e fornisce i finanziamenti a lungo termine per progetti che contribuiscono a realizzare gli obiettivi dell’Unione. Investe in quattro settori: infrastrutture, innovazione, clima e ambiente, Pmi. Tra il 2019 e il 2020 ha erogato in Italia finanziamenti pari a 23 miliardi di euro.

In una nota, Vigliotti ha detto di essere «onorata» della nomina e ha sottolineato che «la Bei è la più grande istituzione finanziaria multilaterale». Il punto di arrivo naturale per Vigliotti, che dal 2016 ha ricoperto il ruolo di direttore generale per le Relazioni internazionali finanziarie del Mef e ha rappresentato l’Italia nelle maggiori banche multilaterali di sviluppo. Un incarico che l’ha portata a viaggiare tantissimo: nei primi quattro anni, prima dello scoppio della pandemia, ha accumulato 755 ore di voto e ha percorso un numero di chilometri pari a 19 volte il giro del mondo.

È stata anche responsabile della preparazione e gestione della presidenza italiana del G7 Finanze nel 2017 e del G20 Finanze nel 2021. E durante gli anni della crisi finanziaria, dal 2012 al 2015, ha frequentato spesso Bruxelles da direttore dell’ufficio Affari economici e finanziari europei presso il Tesoro, l’ufficio che contribuisce alla preparazione delle riunioni dell’Eurogruppo e dell’Ecofin. Ha anche ricoperto la carica di membro supplente per l’Italia del Comitato economico e finanziario e del Mes.

«Con l’ingente programma di investimenti destinati alla lotta ai cambiamenti climatici e alla promozione della coesione sociale» ha osservato Vigliotti nella nota «la Bei contribuisce in maniera importante alla sostenibilità ambientale e impatta significativamente sulla vita delle persone. Sono entusiasta di diventare membro del suo Comitato direttivo e di contribuire a questa importante missione della banca».

Per saperne di più:

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.