Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

Jean Tirole (Nobel Economia): «Festival dell’Economia, Torino è una candidata perfetta»

Secondo il Nobel per l’Economia, Jean Tirole, il prossimo Festival dell’Economia potrebbe tenersi a Torino, «una città bella e dinamica, con una buona Università e con il Collegio Carlo Alberto che vanta un gruppo di economisti davvero superbo».

«Il Festival dell’Economia di Trento» afferma su La Stampa «è stato un faro per tutti coloro che vogliono promuovere la diffusione del sapere accademico a un pubblico generale. Questo perché è accessibile a un vasto pubblico senza rinunciare al rigore dell’analisi. È il festival più importante del genere in Europa e probabilmente nel mondo. Tito Boeri, il suo fondatore, è stato recentemente rimosso dal suo comitato. Forse per ragioni politiche».

«Come si spiega il successo del festival? A mio avviso ci sono tre ragioni. In primo luogo, la preveggenza, la perseveranza e il prestigio di Tito Boeri e della sua squadra: il loro lavoro è stato una delle ragioni principali per me e i miei colleghi per venire al festival, che senza di loro, è facile prevedere, potrebbe non essere lo stesso. In secondo luogo, l’approccio apartitico: la conoscenza scientifica e la necessaria umiltà che ne consegue non hanno colore politico. Terzo, il coinvolgimento della città di Trento».

«Mi ha colpito il fatto che il festival non fosse appannaggio di pochi intellettuali, ma piuttosto un progetto condiviso di una città e di un popolo. Se alla fine questa è la sconfitta di Trento, il festival come lo conosciamo non sarebbe esattamente lo stesso senza il sostegno delle autorità locali».

«Qual è ora il futuro della manifestazione? Torino è una candidata ovvia, perché si tratta di una città bella e dinamica, con una buona Università e con il Collegio Carlo Alberto che vanta un gruppo di economisti davvero superbo. Ma non c’è dubbio per me che ci saranno molte richieste dalle città italiane per ospitare l’evento. Questo imbarazzo nella scelta testimonia il successo passato del festival e consentirà al team di valutare le opzioni per quello che dovrebbe essere un impegno a lungo termine». 

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.