Leonardo Massa (Managing Director MSC Crociere): «L’estate 2021 sarà discreta, ma la vera ripresa avverrà nel 2022»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

«Anche se le prenotazioni ora sono più ravvicinate rispetto alla data di partenza, abbiamo tuttavia segnali che l’estate 2021 sarà discreta e porrà soprattutto le basi per l’estate 2022 che rappresenterà la vera ripresa». Lo ha detto stamattina in una conferenza stampa su piattaforma web Leonardo Massa, Managing Director di MSC, presentando il nuovo itinerario Mediterraneo che il 5 maggio con la MSC Seaside scalerà Taranto per la prima volta.

«Sino al 2019 – ha affermato Massa – i programmi per l’estate tra aprile e maggio erano al 95 per cento già pieni. Ora è tutto diverso, ma da dopo Pasqua stiamo notando che c’è entusiasmo. Le modalità di consumo stanno cambiando, abbiamo fatto un salto digitale dal quale non torneremo indietro. Le agenzie che stanno cogliendo questo cambiamento stanno lavorando, chi invece alza la saracinesca e aspetta il cliente, sta fermo».

Nella nuova programmazione 2021 di MSC, spiega, ci saranno «10 navi in attività, 6 delle quali dedicate all’Europa. Relativamente al mercato, possiamo parlare di segnali che misureremo nel corso dei mesi ma siamo comunque carichi di ottimismo».

«Prima della pandemia il nostro piano prevedeva nuovi arrivi e nuove navi e questo piano non si è fermato. A febbraio ci hanno consegnato una nuova nave ed un’altra arriverà ad agosto. Abbiamo già un progetto per navi più piccole per un segmento diverso di clienti, ma era anche questo un progetto pre-pandemia».

Massa ha fatto poi riferimento al nuovo ruolo dell’Italia nelle crociere, «data la impossibilità di fare viaggi di lungo raggio. Nello scoprire nuove destinazioni – ha affermato, accennando al nuovo approdo di Taranto -, l’industria crocieristica ha avuto una accelerazione. In Italia la filiera della crocieristica esprime 820mila addetti e 14 miliardi di fatturato. Sono numeri interessanti e l’Italia può avere nuove opportunità. Abbiamo una tradizione marinara secolare, un’industria cantieristica di eccellenza, un Paese al centro del Mediterraneo di varietà straordinaria. L’Italia ha quindi un ruolo importante e crescerà ancora di più».

Il managing director di MSC ha annunciato quindi che «ogni mercoledì, sino al 10 novembre, la Seaside toccherà il porto di Taranto. La nave Seaside è nuovissima ed innovativa ed è stata varata nel 2019. È la seconda nave che mettiamo operativa dal primo maggio, con la partenza da Genova. È munita di oltre 2000 cabine, ma viaggerà al 70 per cento della sua capacità di riempimento. La nave scalerà Taranto dalle 9 alle 18. Genova Siracusa, Malta, Civitavecchia e poi ancora Genova, sono gli altri porti toccati».

A proposito delle crociere il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, ha parlato di «buona economia» e di «driver significativo». «Tutta la nostra programmazione, a partire dal nostro piano strategico, guarda alla specializzazione produttiva e al ritorno del nostro tratto identitario, che è il mare» ha affermato.

Riferendosi alle previsioni della stagione 2021, il sindaco ha parlato di «150mila visitatori attesi, un numero inedito assolutamente positivo, che speriamo di poter confermare. L’accelerazione dell’uscita di Taranto dalla monocultura siderurgica – ha concluso – richiede necessariamente che si facciano altre scelte».

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.