La classe dirigente del Paese si confronta sulla Ripartenza - Rivedi i nostri Talk

Leonardo Becchetti (economista): «Il ritorno al massimo ribasso è un rischio. La sfida della semplificazione non deve sacrificare qualità e sostenibilità»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Leonardo Becchetti parla del rischio, emerso dalle bozze che circolano sulla “semplificazione” negli appalti, di un ritorno al principio non temperato del massimo ribasso.

«Un’istituzione che sceglie in un appalto il criterio del massimo ribasso non temperato da princìpi di qualità, dignità del lavoro, tutela dell’ambiente è autolesionista perché va contro i propri interessi. La storia ci dice che il principio assoluto del prezzo minimo si traduce paradossalmente in un aumento dei tempi e costi delle procedure».

«Per non correre questo pericolo, è essenziale evitare l’equazione semplificazione delle procedure uguale massimo ribasso, che implica una confusione dei piani che fa gioco ad alcuni interessi che non sono quelli dei cittadini e del Paese. Non è difficile fissare requisiti stringenti sul progetto tecnico economico e stabilire, ad esempio, che l’acquisto di mezzi di trasporto pubblici locali è limitato a mezzi con una soglia di emissioni per km percorso non superiore a quella compatibile per la transizione ecologica» scrive su Avvenire.

«È una regola che limita la gara a un certo tipo di prodotti e non comporta nessun tipo di ritardo nelle procedure. Stabilire che le aziende che possono vincere un appalto debbano avere criteri minimi di tutela del lavoro è altrettanto semplice. La sfida della semplificazione si deve, insomma, giocare su altre dimensioni che non ‘sacrificano’ qualità e sostenibilità».

«Quelle del rafforzamento degli strumenti extragiudiziali di risoluzione delle controversie, della realizzazione di piattaforme digitali che aggregano informazioni e dati sulla capacità di approvvigionamento delle aziende partecipanti agli appalti. Ma è possibile fare ancora di più – conclude Becchetti -, costruendo percorsi che mettono assieme semplificazione e qualità dei prodotti».

Per approfondire:

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.