Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

Innocenzo Cipolletta (economista): «Manovra, tanto rumore per nulla (di utile)»

Tanto rumore per nulla (di utile)? Già si sapeva che le risorse per la finanziaria 2023 erano scarse e in gran parte erano da dedicare al contrasto del caro energia.

Quel poco che è avanzato (una decina di miliardi) poteva essere tranquillamente risparmiato o speso altrimenti.

Giustamente la presidente del consiglio aveva suggerito moderazione. In realtà, il prossimo anno questo governo avrebbe dovuto concentrarsi essenzialmente sull’attuazione del Pnrr, che rappresenta la vera finanziaria utile al paese: se si riuscisse ad accelerare la spesa per investimenti e le riforme del Pnrr avremmo il sostegno necessario alla domanda interna e il favore dei mercati che ci farebbero pagare meno interessi.

Invece si è pagato pegno a banali e inutili (quando non dannose) promesse elettorali. Mandare le persone in pensione anticipata aumenta la spesa pubblica mentre riduce il sostegno all’economia.

Infatti, le pensioni anticipate non sono reddito aggiuntivo ma sostituzione di salari (più elevati delle pensioni), sicché il saldo complessivo per l’economia è negativo, tanto più che così si distruggono posti di lavoro che non vengono che marginalmente rimpiazzati (come visto con quota 100), contribuendo al calo dell’occupazione e del reddito. Proprio un errore madornale.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.