Claudio Descalzi (AD Eni): «Quella della transizione è una partita che stiamo già giocando. Investiremo molto, soprattutto in Italia»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

«Quella della transizione è una partita che stiamo già giocando». Lo assicura l’Amministratore Delegato dell’Eni, Claudio Descalzi, in un’intervista a La Stampa, facendo riferimento al Recovery Plan, che dedica molte risorse a questo tema.

«Il Piano nazionale di ripresa e resilienza è fatto a capitoli, non ci sono i progetti ma gli obiettivi strategici che sono utilissimi per poter investire somme così ingenti», ha sottolineato Descalzi.

«Stiamo affrontando il nostro ruolo intanto con la trasformazione delle raffinerie, con l’economia circolare, i progetti nelle rinnovabili e con la costituzione di una società che ha proprio questo scopo. Accelereremo sulla vendita di prodotti biologici, e investendo molto. Soprattutto in Italia».

«Chiudiamo il primo trimestre dell’anno con un utile importante, abbiamo fatto un salto mentre l’Italia era ancora in lockdown, anche se a singhiozzo. La ripresa dei risultati è robusta» ha aggiunto infine, facendo un bilancio sui numeri della società nel primo trimestre.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.