La classe dirigente del Paese si confronta sulla Ripartenza - Rivedi i nostri Talk

Edoardo Bianchi (vicepresidente Ance): «Le iniziative di sostegno al settore edile devono essere sistematiche»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Le iniziative di sostegno al settore edile devono essere sistematiche «non è possibile pensare ad una scadenza annuale o biennale». Lo ha detto il vicepresidente nazionale di Ance, Edoardo Bianchi a Palermo, durante il suo intervento a un incontro organizzato dall’associazione locale alla presenza del sottosegretario agli esteri, Benedetto Della Vedova.

Ance, l’associazione nazionale delle imprese edili, chiede che le misure a sostegno del settore come il bonus 110 «abbiano una sistematicità

Il bonus 110 «è una misura che funziona e c’è uno studio che dimostra come le entrate per lo Stato, nel lungo periodo, sono più elevate delle uscite. Chiediamo che sia una misura quinquennale», ha aggiunto, «il ministro Franco ha detto che c’è un grande tiraggio, vediamo se necessario rimodularlo per alcune voci che hanno capienza abbondante. Ma importante è la durata pluriennale: fra cinque anni si traccia una riga e vediamo cosa ha prodotto».

«La fiducia dei mercati per queste due misure, ovvero per il Bonus 110 e quelle del Pnrr che ancora devono entrare a regime, ha determinato un influsso positivo sull’andamento del Pil. Questo deve fare riflettere», ha aggiunto.

Per saperne di più:

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.