Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

Paolo Trucco e Franco Bernelli Zazzera (responsabili Osservatorio Space Economy): «Il 2021 è stato un anno di crescita per l’attività spaziale»

Secondo quanto emerge da un report della School of management del Politecnico di Milano, la Space economy è un affare da 371 miliardi di dollari di ricavi a livello globale nel 2021, con il 73% del fatturato legato ai 4.838 satelliti in orbita che permettono di agevolare telecomunicazioni, navigazione e osservazione della terra, oltre che sensoristica, antenne e gps.

L’aumento dei ricavi è sostenuto anche da potenti investimenti, pubblici e privati. Per i programmi spaziali governativi si stima una somma dei budget a livello globale tra 86,9 miliardi e 100,7 miliardi di dollari, con gli Stati Uniti ampiamente al primo posto con gli 43,01 miliardi di dollari. In seconda piazza l’Europa con 11,48 miliardi di dollari investiti, anche grazie all’Italia che destina al settore oltre 1 miliardo (sesto posto nel mondo per spesa in rapporto al pil).

Significativi anche gli investimenti privati nelle startup della Space economy. Nel 2021 gli analisti stimano 12,3 miliardi di euro di finanziamenti nel mondo, una cifra rilevante con un sempre maggiore coinvolgimento del mercato azionario: ben 606 imprese nel 2021 si sono quotate tramite business combination con Spac, contro una sola nel 2020. «Il 2021 è stato un anno importante per la crescita dell’attività spaziale» affermano Paolo Trucco e Franco Bernelli Zazzera, Responsabili scientifici dell’Osservatorio Space Economy.

«Oggi la Space Economy è sempre più centrale nelle dinamiche di innovazione cross-settoriale delle attività economiche, nel dibattito pubblico e nelle politiche industriali di molti Paesi. I prossimi anni saranno fondamentali per un pieno sviluppo dei servizi e l’ampliamento delle opportunità, con il Pnrr e il New Deal Europeo a trainare innovazione e nuove infrastrutture nel nostro Paese», evidenziano gli analisti.

Di satelliti in orbita nel 2021 se ne contano 4.838, con un aumento in particolare dei piccoli satelliti sotto i 600 chilogrammi: solo nel 2020 ne sono stati lanciati il 40% (1202) di quelli lanciati negli ultimi 10 anni. La massa totale dei satelliti orbitanti è di circa 564 tonnellate, in un trend definito dagli analisti «di aumento costante che porta con sé certamente grandi opportunità, ma anche il rischio di inquinamento dello spazio e di collisioni involontarie tra carichi operativi e detriti spaziali».

Per saperne di più:

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.