#Vetrine d'Italia - Le storie delle attività commerciali che ripartono

[I dati] Negli Stati Uniti aumento dei contagi, ma 30% della popolazione vaccinata. Prima dose a metà della popolazione adulta

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

I casi di coronavirus segnalati negli Stati Uniti sono aumentati leggermente, mentre la campagna di  vaccinazione ha registrato ulteriori miglioramenti, con il 30% della popolazione del Paese completamente vaccinata contro il Covid-19.

La media mobile di sette giorni, che attenua le irregolarità nei dati, era di 52.679 mercoledì, secondo un’analisi del Wall Street Journal sui dati di Johns Hopkins, mentre la media di 14 giorni era di 57.821. Quando la media di sette giorni è inferiore a quella di 14 giorni, come avviene dal 17 aprile, vuol dire che i casi stanno diminuendo. Il Paese ha riportato 853 morti per Covid-19 ieri, portando il bilancio  totale delle vittime a quasi 575.200, secondo i dati di Johns Hopkins.

La campagna di vaccinazione ha continuato a fare progressi. Gli Stati Uniti hanno somministrato una media di 2,6 milioni di dosi al giorno nell’ultima settimana, un ritmo leggermente più lento rispetto agli ultimi giorni.

Anche così, il 30% della popolazione totale degli Stati Uniti è ora completamente vaccinata, secondo un’analisi del Wall Street  Journal sui dati dei Centers for Disease Control and Prevention (Cdc). I livelli sono più alti tra gli anziani, con il 68,4% delle persone di età pari o superiore a 65 anni completamente vaccinato.

I livelli delle vaccinazioni variano a seconda dello Stato: nel Maine il  38,5% dei residenti è stato completamente vaccinato e il 54,1% ha ricevuto almeno una dose, secondo i dati del Cdc, mentre in Alabama il 22,9% della popolazione è completamente vaccinato e il 32,2% dei residenti ha ricevuto almeno la prima dose.

A New York City il sindaco Bill de Blasio ha dichiarato che le attività riapriranno completamente a partire dal primo luglio. Ristoranti, negozi, cinema, luoghi per eventi e altre attività potranno operare a pieno regime entro quella data, ha affermato il sindaco in un’intervista su Msnbc, dicendo che la campagna di vaccinazione della città è alla base della rimozione delle restrizioni.

Il sindaco ha dichiarato poi di non aver discusso del piano per la riapertura della città con il governatore di New York, Andrew Cuomo, che ha definito e supervisionato la maggior parte delle restrizioni sul Covid-19 nello Stato. De Blasio ha detto di aver preso la decisione sulla data del primo luglio dopo aver consultato i funzionari sanitari della città.

l presidente degli Stati UnitiJoe Biden, ha annunciato che “oltre la metà degli adulti ha ricevuto almeno una dose” di vaccino contro il Covid-19. “Entro la prossima settimana dovremmo arrivare al 60 per cento”, ha aggiunto il capo dello Stato parlando alla Casa Bianca, evidenziando “i forti progressi” nella campagna di immunizzazione. “Domani supereremo i 250 milioni di dosi di vaccino somministrate da quando siamo in carica. È un risultato davvero notevole per la nazione”, scrive 

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.