La classe dirigente del Paese si confronta sulla Ripartenza - Rivedi i nostri Talk

Pierpaolo Sileri (sottosegretario Salute): «Troppi over 50 non vaccinati, così il virus non si ferma»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ancora troppi over 50 non vaccinati: con questi numeri il virus andrà avanti e non sarà possibile fare previsioni. Lo afferma il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, che aggiunge «dopo la quarta ondata potremmo avere anche la quinta».

«Basta leggere le previsioni dell’Oms: da qui a dicembre in Europa il Covid potrebbe fare altri 236 mila morti, cioè altri 30 mila da noi. E sapete il motivo? Ci sono 3,7 milioni di italiani over 50 che ancora non sono vaccinati, non hanno ricevuto nemmeno la prima dose» rimarca in un’intervista al Corriere della Sera.

secondo il quale «l’obbligo vaccinale deve restare l’ultima spiaggia, ma intanto bisognerà convincere tutti questi milioni di persone a vaccinarsi e servirà uno sforzo enorme perché i no vax, idioti, hanno fatto danni enormi, diffondendo menzogne».

«Servirà una campagna d’autunno face to face. Medici di famiglia, farmacisti, solo loro possono convincere i dubbiosi perché hanno un contatto diretto con il cittadino», prosegue Sileri aggiungendo poi che «purtroppo ci sono anche tanti medicino vax che instillano dubbi. Quelli andrebbero cacciati in fretta. E pure i politici, di tutti i partiti, dovrebbero andare in tv e dire: il vaccino salva la vita».

«Sperando che l’obbligo vaccinale col progredire della campagna non diventi necessario, intanto va esteso il green pass, nel pubblico e nel privato, laddove non si creino problemi di applicabilità» osserva il sottosegretario. «Controllarlo a tutti quelli che salgono sul bus, per esempio, mi pare complicato».

«Il green pass è un metodo di« screening efficacissimo, perché tiene sotto controllo anche la salute di chi non si vaccina ma che per ottenerlo deve sottoporsi comunque a un tampone» conclude. «Ecco, è vero che i prezzi dei tamponi sono già calmierati, ma io una quantità di test gratuiti per famiglia lo garantirei».

Per saperne di più:

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.