Il Think Tank Quotidiano della Classe Dirigente

[L’anteprima] Accordo sull’Irpef raggiunto: ecco come cambiano scaglioni e aliquote

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Passa dalle 5 aliquote attuali a 4, con la cancellazione del prelievo al 41%, e il conseguente l’allargamento della platea dell’ultimo scaglione, che partirà dal 55.000 euro, su cui sarà applicata un’imposizione del 43%. Sale da 6 a 7 miliardi il   plafond per modificare l’Irpef, che andranno alla riduzione delle due   aliquote che vengono applicate ai redditi dai 15.000 ai 55.000 euro, che al 27% e 38% passano rispettivamente al 25% e 35%. L’accordo raggiunto oggi al ministero dell’Economia con i rappresentati dei gruppi della maggioranza dovrà ora passare l’esame del presidente del Consiglio, Mario Draghi, e dei partiti che lo sostengono.       

La decisione di intervenire sull’imposta per le persone fisiche, e non sul cuneo fiscale come chiesto da più parti, avrà un impatto su un numero maggiore di contribuenti. In questo modo, infatti, si agisce su tutti coloro che versano l’Irpef e che invece sarebbero stati esclusi   dalla riduzione del costo del lavoro che avrebbe lasciato fuori dal taglio delle tasse alcune categorie, come ad esempio i pensionati.

Per ‘compensare’ chi in teoria dovrebbe pagare di più (i redditi tra   55.000 e 75.000 euro) sono stati annunciate anche delle piccole   modifiche sulla no tax area.       

Oggi è stato fatto un ”primo passo strutturale” della riforma dell’Irpef, afferma il viceministro del Mise, Gilberto Pichetto, che ha partecipato alla riunione per Forza Italia.

“Sono soddisfatto dell’accordo”, aggiunge. “Ora Franco ne deve parlare con Draghi, noi con i nostri partiti e poi riaggiornarci”.

I prossimi passaggi   prevedono, quindi, un nuovo incontro al Mef tra il ministro dell’Economia ed i rappresentati delle forze di maggioranza, che   dovranno chiudere l’intesa.

Che poi sarà tradotta in un emendamento   alla legge di bilancio 2022, attualmente all’esame del Senato e che dovrà essere approvata dal parlamento entro dicembre.

Nelle tabelle che seguono vengono riportate l’attuale   l’Imposta sulle persone fisiche e la nuova Irpef, che dovrebbe entrare in vigore dal prossimo anno.       

IRPEF ATTUALE:       

Aliquota…………………………fascia di reddito (euro)       

23%…………………………….. fino a 15.000       

27% …………………………….da 15.000 a 28.000        

38% …………………………….da 28.000 a 55.000       

41% …………………………….da 55.000 a 75.000       

43% ……………………………..oltre 75.000       

IRPEF FUTURA:       

23%…………………………….fino a 15.000       

25%…………………………….da 15.000 a 28.000       

35%…………………………….da 28.000 a 55.000       

43%…………………………….oltre 55.000       

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.