La classe dirigente del Paese si confronta sulla Ripartenza - Rivedi i nostri Talk

Francesco Grillo (Il Messaggero): «Strategia cloud Italia: una “casa dei dati” da abitare in sicurezza»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Tra i più importanti propositi del Piano Nazionale di Rilancio e Resilienza (PNRR) c’è quello dell’innovazione e della digitalizzazione. Tra gli investimenti infrastrutturali più rilevanti c’è quello per la “Strategia cloud Italia” che il Dipartimento per la Tecnologica ha presentato con l’Agenzia per la cybersicurezza la settimana scorsa. Commenta la costruzione di questa «“casa dei dati” che gli italiani possano abitare in sicurezza» Francesco Grillo.

«Una sfida appena cominciata. Da giocare in corsa e affrontando problemi – non solo tecnologici ma cognitivi – nuovi. Tre» avverte Grillo «sono gli errori che una strategia digitale così ambiziosa, deve evitare».

«Innanzitutto, è la stessa idea di poter coltivare una “sovranità digitale” che assomiglia più alla reazione di un’Europa rimasta indietro su certe innovazioni, che ad una strategia. In realtà, il digitale è, per definizione, la talpa che sta scavando gallerie sotto la nozione stessa di “confine” e gli unici che sono riusciti a fermarla con quella che chiamano “muraglia” sono i cinesi che, però, giocano un gioco diverso».

«La strategia nazionale rischia di incorrere, poi» spiega «nel problema che hanno quasi tutte le politiche pubbliche. Persegue troppi obiettivi – integrazione tra banche dati, sicurezza, prestazioni, minimizzazione della possibilità di interruzioni nel servizio – tra i quali esistono conflitti. A ciascuno devono corrispondere strumenti (gare e partnership) diversi anche se collegati».

«Non va fatto, infine, l’errore di dare per scontato che l’interesse dello Stato – o, per meglio dire, di chi, in certo momento, ha un incarico istituzionale – coincida con quello del cittadino. Tale coincidenza avviene solo se funziona bene ciò che chiamiamo democrazia e una strategia digitale deve, però, considerare anche come utilizzare il potere di vigilanza che ogni cittadino può esercitare».

Per saperne di più:

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.