Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

Barbara Beltrame Giacomello (vicepresidente Confindustria): «Vogliamo condividere con gli ospiti internazionali l’evoluzione del Made in Italy»

AFV Beltrame Group ha messo al centro della propria strategia l’economia circolare, l’ecosostenibilità, la sicurezza nei luoghi di lavoro, il welfare e la formazione. La realtà siderurgica con oltre 120 anni di storia, oggi leader europeo nella produzione di laminati mercantili e travi, acciai destinati ad impieghi strutturali prevalentemente nel settore edile e delle costruzioni.

Il gruppo – nato a Vicenza nel 1896, con filiali a Torino ed Arezzo e stabilimenti in Francia, Svizzera e Romania e guidato dalla famiglia Beltrame, alla quinta generazione – è stato tra i protagonisti della nona edizione di Made in Steel, la fiera dedicata alla filiera dell’acciaio nel sud Europa che si è tenuta di recente a Milano.

Il gruppo serve circa 40 paesi in Europa e nel bacino del Mediterraneo e sviluppa un giro d’affari consolidato di circa 1 miliardo di euro (con nel primo semestre 2021 un incremento del +14% dei volumi rispetto al 2019 ed una redditività a doppia cifra) e commercializza più di 2 milioni di tonnellate di laminati.

Il personale, oggi circa 2 mila dipendenti, è impiegato in sei stabilimenti, 10 laminatoi e tre acciaierie a forno elettrico, una evoluzione green rispetto al carbone utilizzato in precedenza. Tra le azioni nel segno della sostenibilità introdotte, il ciclo produttivo realizzato nei siti dell’azienda in un’ottica circolare con il riciclo dei prodotti in acciaio a fine vita e dei sottoprodotti di lavorazione riutilizzati in ulteriori cicli industriali ed opere infrastrutturali e la pubblicazione del primo bilancio di sostenibilità.

L’azienda ha anche creato l’academy digitale di AFV Beltrame Group – progetto pilota per le sedi in Italia e in Svizzera – con la proposta di corsi di formazione per lo sviluppo delle competenze dei propri manager, dipendenti e collaboratori interni. I partecipanti vengono ingaggiati con reminder periodici e attraverso una bacheca che visualizza la proposta formativa, nelle tre delle lingue del gruppo: italiano, francese, tedesco.

La 53enne Barbara Beltrame Giacomello, responsabile della comunicazione e marketing del colosso siderurgico di famiglia e vicepresidente nazionale di Confindustria con delega proprio all’internazionalizzazione, è stata una dei 9 manager scelti per guidare i lavori delle altrettante task force del B20, che hanno lavorato 10 mesi – con una community di oltre 6,5 milioni di imprese, oltre 1000 delegati e 2000 partecipanti totali suddivisi – per arrivate al documento finale che l’engagement group istituito dal G20 dedicato alle imprese e alle confederazioni industriali dei Paesi membri a portato nei giorni scorsi ha tenuto a Roma il G20 Business Summit che ha riunito il gotha dell’imprenditoria mondiale e autorevoli leader politici nazionali ed internazionali. 

Barbara Beltrame Giacomello – che guidava la task force Commercio&Investimenti – un anno fa è anche entrata nel CdA dell’Ice, l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, su proposta del ministro degli Affari esteri Luigi Di Maio. In questi giorni, come vicepresidente Confindustria con delega all’Internazionalizzazione, ha presenziato all’High Level Meeting e Global Business Forum Africa dell’Expo2020. «Condividere con gli ospiti internazionali i progetti di evoluzione del Made in Italy, ha di fatto avvicinato le distanze tra il nostro Paese e il continente africano. E quando abbiamo esplorato il tema del Bello e Ben Fatto, anche le distanze temporali sono sembrate svanire. Perché la nostra storia e la nostra cultura vengono da lontano, ma sono pronte a vivere nel futuro» ha twittato.

Parte dei CdA della Fondazione Cuoa e della Fondazione Università di Vicenza e presidente di BusinessMed (Unione delle Confederazioni di imprese del Mediterraneo), è stata membro del consiglio generale di Federmeccanica e di Confindustria.

Per saperne di più:

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.