Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

Luigi Di Maio (ministro degli Esteri): «Export da record nei primi 4 mesi del 2021. Ora con il Pnrr: 1,2 miliardi per sostenere le imprese»

È un «record assoluto» quello registrato dall’export italiano «nei primi quattro mesi del 2021», anche rispetto «all’anno d’oro dell’export che è stato il 2019». Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio intervenendo in videoconferenza alla seconda edizione di “Eureka! I love Learning”, programma di formazione e informazione per tutte le imprese provinciali con particolare attenzione alla green economy, alla ricerca e alla innovazione.

Durante l’evento Di Maio ha ricordato che «il Piano nazionale di ripresa e resilienza italiano stanzia 1,2 miliardi di euro per sostenere le imprese che vogliono esportare», che esiste un sistema di «finanza agevolata» e che ora il ministero degli Esteri ha sotto la sua competenza delle imprese che vogliono andare all’estero.

«Molte aziende che hanno difficoltà a vendere in Italia sono andate su mercati stranieri, tramite l’e-Commerce, i venditori locali e questo sta accelerando il percorso dell’esportazione», ha spiegato Di Maio ricordando il patto per l’export dal valore di 5 miliardi e mezzo di euro per le imprese italiane sottoscritto un anno fa.

L’obiettivo è quello di «aiutare le nostre imprese ad andare su mercati stranieri producendo in Italia, dando posti di lavoro in Italia» ed evitando la «delocalizzazione». Per farlo, Di Maio ha sottolineato la necessità di snellire la burocrazia, ma anche di «uno sforzo corale tra pubblico e privati, tra stato centrale e istituzioni locali» in modo che si possa costruire una economia «su basi più solide e solidali» e uscire da una «crisi che non ha precedenti». 

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.