L’impatto del turismo USA in Italia vale 1,8 miliardi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Una estate con i turisti americani in Italia vale 1,8 miliardi tra le spese nell’alloggio, nell’alimentazione, nei trasporti, divertimenti, shopping e souvenir. E’ quanto emerge dall’analisi della Coldiretti in riferimento alle dichiarazioni del presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen al New York Times sulla possibilità che gli americani usando vaccini approvati dall’Agenzia europea per i medicinali (Ema) potranno circolare liberamente nell’Unione europea.

Una previsione – sottolinea l’organizzazione agricola – di fronte all’avanzare della campagna di vaccinazione destinata  ad incidere pesantemente dal punto di vista economico”.  Viene aggiunto che “prima della pandemia nel 2019 ci sono stati oltre 1,4 milioni di cittadini statunitensi in viaggio in Italia durante i mesi di luglio, agosto e settembre secondo l’analisi Coldiretti su dati Bankitalia”.

E’ rilevato che “l’arrivo dei turisti statunitensi è particolarmente importante perché hanno un budget elevato con una spesa estiva pari a quasi 1/3 del totale della spesa totale dei cittadini extracomunitari nella penisola durante i mesi di luglio, agosto e settembre”. Coldiretti conclude che “le mete privilegiate sono le città d’arte che risentiranno più notevolmente della loro mancanza ma gli americani prestano anche particolare attenzione alla qualità dell’alimentazione per la quale destinano una quota elevata della spesa durante la vacanza”

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.