#Vetrine d'Italia - Le storie delle attività commerciali che ripartono

Veronica Tassone (Key Account Manager Phygital Spaces): «Così valorizziamo il know how digitale e riqualifichiamo la zona sud di Milano»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

50 tra aziende e agenzie a Milano per un nuovo modo di fare eventi, all’insegna di innovazione e tecnologia. Phygital Spaces è un percorso di valorizzazione urbana degli spazi storici del capoluogo lombardo: da Scalo di Porta Romana ai Navigli. Il tutto attraverso l’impiego di tecnologie che hanno favorito la nascita di nuovi trend nell’organizzazione degli eventi ibridi in tempi di pandemia.

Il know how tecnologico per eventi ibridi o digital

Già 400 gli eventi digitali realizzati da marzo 2020 a marzo 2021, con un volume di fatturato che supera i 5 milioni di euro, ma con l’obbiettivo di raddoppiarlo il prima possibile. Phygital Spaces ha creato eventi altamente tecnologici, grazie alla collaborazione con un team di esperti in tecnologie digitali e sicurezza informatica. Eventi in “formato ibrido” o totalmente digitale, ossia quelli che vengono organizzati live ma amplificano l’efficacia per dare l’opportunità a infiniti utenti di poter partecipare e vivere un’esperienza unica, interattiva, coinvolgente e allo stesso tempo sicura e affidabile.

La rigenerazione urbana a Milano

Phygital Spaces ha sfruttato uno spazio di oltre 5000 mq nella zona sud di Milano, creando un vero e proprio hub tecnologico che restituisce vitalità ad un’area della città che ha inevitabilmente subito gli effetti dell’emergenza sanitaria. Gli studi si dispongono su differenti metrature e tecnologie per permettere alle realtà impegnate nell’organizzazione di eventi di poter fruire dei migliori servizi possibili, anche grazie a spazi funzionali collegati tra loro da percorsi pedonali. In questo contesto, Phygital Spaces ha unito differenti location e dato a tutte un’unicità tecnologica all’interno di un singolo district.

Le location

Tra gli spazi coinvolti nel progetto i Magazzini Generali, una struttura storica inserita in un complesso di magazzini del ‘900, trasformato in un locale ad alto contenuto tecnologico con schermo led personalizzabile, trasmissione multi-camera, sistema audio e luci high tech, oltre al Renoster, una location poli-funzionale con forte vocazione tech e un Green Screen da 15 mq, con ben 590 mq tra aree esterne e interne. E infine i Talent Garden Studios, inseriti all’interno del Talent Garden di via Calabiana, un luogo che mescola innovazione e talenti. Due le sale presenti qui: l’hub che ospita un Led Wall da 40 mq e un Green Screen da 60 mq e la Green House con 12 mq di Ledwall, più 600 mq di spazi all’aperto.

Carattere peculiare che fa di Phygital Spaces una realtà innovativa, sta nella commistione delle più avanzate soluzioni tecnologiche proposte: la Virtual Reality, che non molte location posseggono, 90 mq di Led Wall, Green Screen, schermi interattivi, spazi plenaria modulari e Covid free fino a un massimo di 200 persone con la normativa attuale e scenografie 3D digitali, come spiega la Key Account Manager, Veronica Tassone.

«L’idea di Phygital Spaces nasce dalla voglia di dar spazio a differenti eccellenze tecnologiche e digitali italiane per potersi esprimere ed ottenere in sinergia un prodotto completo ed unico. In un momento storico in cui il settore eventi è in forte recessione, Phygital Spaces si pone come obiettivo quello di valorizzare il know how digitale e tecnologico e allo stesso tempo riqualificare la zona sud di Milano, ricca di location bellissime».

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.