#Vetrine d'Italia - Le storie delle attività commerciali che ripartono

Valerio Marra (presidente Acea Energia): «Ecco la nuova offerta green a impatto zero luce e gas»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Partita ufficialmente la rivoluzione green di Acea energia, con impatto zero sull’ambiente. Fornitura di elettricità proveniente solo da fonti rinnovabili e attestata da una “Garanzia d’Origine”, e con il gas la cui emissione di CO2 netta sarà pari a zero grazie alla compensazione ottenuta tramite l’acquisto di crediti di carbonio certificati. Così Acea potrà finanziare e sostenere progetti internazionali di mitigazione in Perù e India, con benefici concreti per le comunità locali. 

La campagna di comunicazione con Frank Matano ed Emanuela Fanelli

Un «passaggio significativo in un processo di evoluzione» dell’azienda verso la tutela dell’ambiente, la riduzione delle emissioni di anidride carbonica e per favorire la transizione energetica. Così ha spiegato l’amministratore delegato del gruppo, Giuseppe Gola, e il presidente di Acea energia, Valerio Marra. Il Gruppo ha lanciato conseguentemente una nuova campagna di comunicazione green, realizzata dall’agenzia Dlvbbdo con i due testimonial Frank Matano e Emanuela Fanelli. La campagna durerà sino alla fine di luglio e coinvolgerà i principali media su tutte le piattaforme (dal cartaceo al digitale), e racconterà con ironia quanto sia facile rispettare l’ambiente con Acea Energia. Inoltre, per i nuovi clienti e per quelli già acquisiti, Acea mette in palio due Fiat 500 Passion Cabrio 100% elettriche in un concorso dedicato.

Le fonti rinnovabili e i progetti di Acea

L’acquisto sul mercato da parte dell’azienda di commodity sarà così solo di energia prodotta da fonti rinnovabili e il relativo certificato che ne attesta la provenienza 100% green. Per il gas invece verranno acquistati crediti di carbonio, equivalente alla CO2 consumata, attraverso la partecipazione ai progetti Redd+ Tambopata National Reserve in Perù e 300MW Hydropower in India. Il primo opera all’interno della Riserva di Tambopata-Bahuaja a Madre de Dios, una regione nel sud-est del Perù nella Foresta Amazzonica. Con il progetto, Acea contribuisce anche a evitare la deforestazione, riducendo le emissioni di oltre 4,2 milioni di tonnellate di CO2 entro il 2021, circa l’equivalente del consumo energetico di 453.000 abitazioni per un anno, spiega Acea. Il progetto Hydropower in India prevede la realizzazione di una centrale idroelettrica ad acqua fluente, con l’obiettivo di dare energia rinnovabile e sostenibile alle comunità locali. Il costo dei certificati, che secondo una stima dell’azienda è intorno al 4% del valore dell’energia acquistata, in bolletta non avrà un gran peso.

Le parole del presidente di Acea Energia

«Sull’offerta sul mercato libero, diamo diverse formule a costo fisso (il cliente è più tutelato rispetto alle oscillazioni) e variabile (dove ci sono i vantaggi di un andamento forte del mercato)», ha spiegato Marra. Il presidente di Acea ha ribadito l’ottimo lavoro dell’azienda in questa direzione: «siamo confidenti che il brand Acea energia possa giocarsi le carte per una competizione forte» sul mercato libero.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.