Pietro Salini (AD Webuild): «Da azienda familiare siamo diventati leader mondiale nelle grandi opere»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

“Ringrazio di cuore a nome di tutto il Gruppo i consiglieri di amministrazione uscenti che, con la loro esperienza e passione, hanno contribuito a realizzare una delle fasi più sfidanti per la crescita del Gruppo, di cui siamo molto orgogliosi. A loro un ringraziamento particolare per la capacità di definire le linee guida di sviluppo sempre orientate ai principi di indipendenza e trasparenza, in linea con gli standard di best practice internazionali, supportando il Gruppo nella creazione di valore per gli azionisti e a tutela degli interessi di tutti gli stakeholder”. Così l’Ad di Webuild, Pietro Salini, riconfermato nella carica dall’assemblea degli azionisti.

“Il Cda uscente ha accompagnato il Gruppo durante anni di profonda evoluzione: da azienda familiare siamo diventati leader mondiale nelle grandi opere e, grazie al Progetto Italia, che ha permesso l’integrazione in Webuild di Astaldi, possiamo oggi contare su una dimensione che garantisce una maggiore competitività a livello internazionale e una presenza più forte in Italia, per contribuire al rilancio economico e occupazionale del Paese e superare la crisi legata alla pandemia”, ha aggiunto

“Tutto questo è stato reso possibile grazie alla competenza e ai valori espressi da ognuno dei consiglieri, a cui va il nostro sentito ringraziamento. Vediamo, davanti a noi, un percorso ancora piu’ impegnativo, in un contesto globale molto complesso, per cogliere tutte le opportunità offerte dal mercato domestico e da quello internazionale. Dobbiamo realizzare quel cambiamento ulteriore di cui abbiamo bisogno per seguire e anticipare i trend di mercato, innovando i nostri processi e le nostre attività, insieme alla nostra cultura di Gruppo globale, e perseguendo un maggiore efficientamento e obiettivi sempre più sfidanti di sostenibilità ambientale, sociale ed economica. Per questo ulteriore percorso – ha concluso Salini -, rivolgo un sincero augurio di buon lavoro al nuovo Cda, certo che le competenze e i valori dei nuovi consiglieri ci supporteranno per il raggiungimento degli obiettivi di medio-lungo periodo del Gruppo”.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.