#Vetrine d'Italia - Le storie delle attività commerciali che ripartono

Massimiliano Pogliani (ad Illycaffè): «2020 positivo, grazie a online e supermercati. Con vaccini torneremo a normalità e crescita»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ottimista per il futuro. È il commento di Massimiliano Pogliani, ad di illycaffè, ai microfoni dell’Ansa a proposito dell’approvazione del Bilancio 2020 dell’azienda. «Abbiamo affrontato la pandemia con solidi fondamentali, una chiara visione del valore della marca e un deciso impegno sulla digitalizzazione del business. I risultati 2020, ancorché penalizzati dalla debolezza dei consumi fuori casa, confermano la forza del brand illy, l’efficacia delle azioni sviluppate per mitigare l’impatto della pandemia, e la nostra capacità di rispondere alle mutate esigenze dei consumatori».

Il risultato, approvato dall’Assemblea venerdì scorso, ha un doppio valore positivo, perché «il potenziale di rischio era di un calo del 60%, cioè il nostro business fuori casa», ha spiegato Pogliani, causato dalla chiusura di bar e ristoranti. «L’incessante orientamento alla sostenibilità, che è da sempre parte dei valori fondanti della illycaffè, ha trovato ulteriore conferma nel recente conseguimento della certificazione B Corp che rappresenta un’altra pietra miliare nel nostro percorso di miglioramento continuo. L’accelerazione della campagna vaccinale internazionale e la progressiva risoluzione dalla pandemia restituirà ai consumatori e alle aziende una nuova normalità e ulteriori opportunità di crescita».

Particolare importanza ha avuto l’incremento dei consumatori online e soprattutto di quel 50% di nuovi clienti acquisiti. Ciò ha contribuito a migliorare la situazione finanziaria netta dell’azienda, che porta a ragionare con ottimismo anche dopo i primi mesi del 2021. «È andata molto bene; in Italia il mercato sta riprendendo pian piano, in Europa alcuni Paesi sono ancora chiusi ma continuano a crescere le vendite nei supermercati e online. Poi ci sono Paesi che stanno rientrando nella normalità grazie a massicce campagne vaccinali, come Gran Bretagna e Stati Uniti, dove registriamo una ripresa decisa. Se la curva continua in questo modo, il Covid sarà una piccola parentesi».

L’azienda ha programmato un prossimo investimento di 100 milioni di dollari sul mercato statunitense, in piena ripresa grazie alla vaccinazioni. In chiusura Pogliani si è espresso a proposito delle riaperture in Italia: «Sono d’accordo con una prudenza iniziale che sta adottando il primo ministro Draghi, purché non si torni più indietro a settembre o ottobre; importante è evitare un continuo stop and go».

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.