Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

Giuseppe Marino (ad Ansaldo Energia): «Inaugurata ad Abu Dhabi l’Integrated Plant Support Middle East»

«È con grande soddisfazione che inauguriamo» la sede Ansaldo Energia di Abu Dhabi l’Integrated Plant Support Middle East, il nuovo centro diagnostico negli Emirati Arabi Uniti. Si tratta di un «polo di altissima tecnologia e innovazione». Ad annunciarlo è Giuseppe Marino, l’ad di Ansaldo Energia.

L’Integrated Plant Support, si legge in una nota, lavora in stretta collaborazione con l’analogo centro che si trova a Genova, nell’headquarter di Ansaldo Energia: due poli di altissima tecnologia che permettono di monitorare – con i più sofisticati sistemi digitali e di cybersecurity – le turbine e i generatori installati in impianti sotto contratto di Service di Ansaldo Energia in tutto il mondo.

La nuova sede di Abu Dhabi permetterà al Gruppo di rafforzare per tutti i suoi clienti il monitoraggio H24, 7 giorni su 7, 365 giorni all’anno delle macchine presenti nelle proprie centrali, con significativi benefici nella loro gestione. Con l’inaugurazione della nuova sede dell’Integration Plant Support, Ansaldo Energia rafforza la sua presenza nell’area, in cui opera da oltre trent’anni. «Vogliamo rinforzare la nostra presenza in quest’area che ha grandissime potenzialità ed è strategica per i piani di sviluppo della nostra Azienda», sottolinea Marino.

«Grazie agli strumenti di altissima innovazione e al lavoro sinergico dei due centri» spiega Stefano Gianatti, Executive Vice President Service di Ansaldo Energia «non solo vengono svolte attività di monitoraggio, ma anche e soprattutto di diagnostica remota predittiva: l’analisi dei dati che vengono ricevuti in tempo reale (ogni secondo vengono scaricati oltre 130,000 pacchetti di informazione) permette di avere un continuo quadro dello stato reale delle turbine o dei generatori, anticipando eventuali criticità che possono così essere risolte prima di generare un guasto potenzialmente molto critico. Il tutto in contatto diretto con il cliente, che può così migliorare l’affidabilità dell’impianto».

L’Integrated Plant Support del Gruppo Ansaldo Energia a oggi monitora e gestisce 106 turbine a gas, 42 turbine a vapore e 132 generatori, per un totale di oltre 33 GW. Nel 2010 il Gruppo Ansaldo Energia ha realizzato ad Abu Dhabi un nuovo stabilimento, recentemente rinnovato, dove avvengono lavorazioni di Service su parti di turbine a gas e, nel 2017 ha finalizzato il Mesh – Middle East Service Hub – un’unità di intervento a risposta rapida con 120 tecnici, completamente attrezzata, con un’officina di riparazione meccanica leggera e una nuova area per attività di service sui generatori, per rispondere con rapidità ed efficienza a tutte le richieste dei clienti. Un polo strategico non solo per l’area mediorientale, dove la società ha numerosi progetti, ma anche per quella asiatica.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.