La classe dirigente del Paese si confronta sulla Ripartenza - Rivedi i nostri Talk

Marco Sesana (Ceo Generali Italia): «500 mln sulla sanità, così affianchiamo il Paese»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Generali Italia ha presentato a Milano il proprio nuovo modello Health&Welfare, che ha l’obiettivo di «rendere la salute e il benessere alla portata di tutti e vivere sempre al meglio». La strategia del gruppo assicurativo per il prossimo triennio si focalizzerà su tre linee di sviluppo: più prevenzione ed educazione per stili di vita sani, più accessibilità e supporto alle cure, active aging e assistenza per la non auto sufficienza. Così come ha spiegato ad askanews, Marco Sesana, Country Manager e Ceo di Generali Italia e Global Business Lines.

«Siamo in un contesto nel quale la sanità sarà uno dei maggiori campi di investimento per il Paese nei prossimi anni, perché i cittadini ritengono la propria salute una priorità. Quindi in questo contesto noi vogliamo affiancarci al Paese in questa sfida, investendo 500 milioni su strutture sanitarie, su servizi su innovazione e complessivamente su tutto l’ambito salute per offrire accesso alle cure, prevenzione e un modello di invecchiamento attivo per le persone».

In quest’ottica Generali vuole avere un approccio basato sulle competenze e l’open innovation, per arrivare a un’offerta di nuova generazione che punta in primo luogo alla qualità nei servizi sanitari, così come ha spiegato il Chief Health&Welfare Officier, Paolo De Santis. «Noi pensiamo che per fare questo oggi sia importante riuscire a entrare investendo direttamente in alcune strutture, per poi spingere a innovare, crescere e aumentare quindi la qualità in sanità».

Durante l’evento, poi, è stata annunciata l’istituzione di un fondo di private equity Igea per l’erogazione delle cure con elevati standard di qualità in tutta Italia, della dimensione di 400 milioni di euro e della durata di 10 anni. Accanto a questo è stata anche annunciata la nascita di Covinvit, una joint-venture Generali Welion-CDP Venture Living, dedicata agli over 65 autosufficienti: un nuovo concept di servizi residenziali per anziani. Nello specifico dell’offerta di prodotto, poi, la compagnia punta sulla soluzione “Immagina Adesso – Salute&Benessere”, così come ha illustrato nel dettaglio ai microfoni di askanews, Arianna Nardi, responsabile marketing di Generali Italia.

«Cinque elementi fondamentali per questa soluzione: la componente di protezione con l’innovazione della vita intera e delle cure oncologiche a disposizione di tutti, la componente del servizio, la componente di accesso alle cure, con prenotazione della visita e tariffe convenzionate nella nostra rete e quindi l’accessibilità in base alla capacità di spesa nonché quella sui canali digitali, ma anche fisici, in primis le nostre agenzie, perché prima di tutto c’è il tocco umano».

E, per aiutare le persone a seguire i processi di cura e i consigli per uno stile di vita migliore selezionati da un life coach digitale, Generali Italia ha scelto di puntare anche su elementi di divertimento legati alla gamification. Come confermato da Marco Giovannini, Head of Business Development, Sales & Marketing di Generali Welion. «Sicuramente per noi è fondamentale in primo luogo l’efficacia e l’efficienza della cura ma nulla toglie che laddove possiamo abbinare uno stimolo, una motivazione ulteriore per le persone per potersi curare e intraprendere questi percorsi in maniera anche divertente sicuramente lo facciamo».

In conclusione resta l’impegno complessivo di Generali sui temi della salute, che la compagnia vede come settore sempre più strategico, oggi come sul medio periodo. «Per Generali Italia questo diventerà uno degli ambiti più importanti di investimento nei prossimi anni», ha concluso Sesana.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.