Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

[Lo scenario] Secondo il New York Times, l’Unione europea è fiduciosa di uscire dalla crisi energetica

L’Unione Europea può superare la crisi energetica innescata dal conflitto russo-ucraino. Questo quanto si legge sulla prima pagina del New York Times. Una risposta, secondo il giornale, sembra aver spuntato in qualche modo l’arma usata da Putin per mettere Bruxelles sotto pressione per ottenere la revoca delle sanzioni. Secondo il giornale, in Europa «c’è la crescenza sensazione che forse l’uso delle esportazioni di gas come arma da parte della Russia è una strategia a rendimenti decrescenti, e che Putin potrebbe aver fatto una scommessa troppo alta per le carte che ha mano».

Il che «non significa che le nazioni europee non stiano soffrendo o abbiano evitato il rischio che la crisi energetica possa essere il seme di disordini sociali, rompendo la loro unità contro il Cremlino questo inverno». Ma, sostiene il NYT, «il grosso del danno è ormai fatto, con i prezzi del gas molte volte al di sopra di qualsiasi previsione», ma ormai stabilizzatisi, tanto che all’annuncio di Mosca della chiusura del gasdotto Nord Stream 1, sono sì schizzati del 5% ma sono subito ridiscesi.

Tra gli altri articoli, un servizio sulla differenza di trattamento in Florida delle persone che hanno votato alle presidenziali del 2020 in violazione delle leggi elettorali dello Stato: una ventina di pregiudicati, che sono andati alle urne benché sarebbe stato loro interdetto, sono finiti in prigione, mentre quattro residenti di un quartiere a maggioranza repubblica arrestati per aver votato due volte sono stati subito rimessi in libertà e se la sono cavata con i servizi sociali.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.