Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

[L’analisi] In Europa continua a crescere l’immatricolazione di auto elettriche

Continua a crescere la corsa alle auto elettriche. Secondo i dati, nel secondo trimestre del 2022, le vendite di veicoli elettrici hanno continuato a crescere nell’Unione Europea, rappresentando il 9,9% delle immatricolazioni totali di autovetture. Le auto ibride plug-in hanno rappresentato l’8,7% della quota di mercato, in aumento rispetto all’8,4% del secondo trimestre del 2021, nonostante il calo del numero di unità vendute. Le auto a benzina e diesel hanno subito cali significativi durante questo periodo di tre mesi, portando a una contrazione della quota di mercato (55,8% per diesel e benzina insieme).

Da aprile a giugno 2022, le auto a benzina e diesel hanno perso quote di mercato nell’Unione Europea, passando dal 62% del secondo trimestre 2021 al 55,8% del secondo trimestre di quest’anno. La quota di mercato della benzina è scesa di oltre 3 punti percentuali, mentre quella del diesel è scesa al 17,3% delle immatricolazioni totali di autovetture. Le immatricolazioni di veicoli elettrici a batteria (Bev) sono cresciute dell’11,1%, raggiungendo 233.413 auto vendute. Tra i mercati chiave della regione, Spagna e Francia hanno contribuito alla performance positiva dei Bev, registrando aumenti a due cifre (rispettivamente +22% e +18,6%).

L’Italia, invece, ha registrato una perdita sostanziale (-19,6%), mentre la Germania ha registrato una leggera crescita negativa (-0,5%). I veicoli elettrici ibridi plug-in (Phev) hanno ampliato la loro quota di mercato durante il periodo, nonostante un calo a due cifre delle unità vendute (-12,5% a 206.501 auto). Ad eccezione della Spagna (+11,3%), tutti i principali mercati hanno registrato un calo delle vendite di Phev: Francia (-17,4%), Germania (-16,9%) e Italia (-6,9%). Le vendite di veicoli ibridi elettrici (Hev) nell’Ue sono diminuite del 2,2% nel secondo trimestre dell’anno.

Tuttavia, a causa del significativo calo delle vendite di autovetture ad alimentazione tradizionale, gli Hev hanno aumentato la loro quota di mercato complessiva (22,6%). I quattro principali mercati della regione hanno registrato risultati contrastanti; Francia e Spagna hanno registrato una crescita (rispettivamente +7,2% e +2,7%) mentre l’Italia e la Germania hanno registrato un calo (rispettivamente -9,3% e -6,5%).

Le immatricolazioni di veicoli a gas naturale (Ngv) in tutta l’Unione Europea sono crollate del 62,9%, con 4.983 unità vendute durante questo periodo, legato principalmente alla diminuzione in Italia, che rappresenta la maggior parte delle vendite nella regione. I veicoli alimentati a Gpl hanno invece registrato un aumento delle vendite (+7,9%), raggiungendo le 64.152 unità nel secondo trimestre dell’anno. Tre su quattro dei maggiori mercati della regione hanno registrato forti incrementi: Spagna (+57,6%), Francia (+21,9%) e Germania (+10,3%). L’Italia ha invece registrato un calo (-5,1%).

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.