Analisi, scenari, inchieste, idee per costruire l'Italia del futuro

[L’analisi] Ecco il piano di sobrietà energetica della Francia

«800 milioni di euro» per superare l’inverno della crisi energetica. Così il governo francese ha presentato in via ufficiale il piano di sobrietà energetica per arrivare a ridurre del 10 per cento il consumo di energia. Lo ha spiegato la ministra della Transizione energetica, Agnès Pannier-Runacher. Ma cosa conterrà principalmente?

Innanzitutto, il 10 ottobre verrà lanciata la campagna di sensibilizzazione «ogni gesto conta», con la quale lo Stato inviterà i cittadini a mettere in pratica cinque buone abitudini che possono fare la differenza. Tra queste, ci sono la limitazione del riscaldamento in casa a 19 gradi – addirittura a 17 gradi nelle stanze – l’abbassamento della temperatura della propria caldaia e l’acquisto di termosifoni programmabili. Partendo dal presupposto che la mobilità rappresenta il 32 per cento dei consumi di energia del Paese, l’esecutivo ha deciso poi di istituire un bonus per il covetturaggio.

Dal primo gennaio 2023, quindi, ogni nuovo utente che si registra su una piattaforma di carpooling riceverà in regalo un centinaio di euro da spendere in viaggi. Passando invece alle misure riguardanti gli edifici pubblici, 150 milioni di euro saranno utilizzati per finanziare le ristrutturazioni “a rapido guadagno”, ovvero l’installazione di caldaie più efficienti, il miglioramento dell’isolamento termico o più semplicemente l’acquisto di lampadine a LED. Negli uffici pubblici non sarà più un obbligo, a meno che non sia considerata indispensabile, l’acqua calda – a cui è legato il 10 per cento del consumo di energia di queste strutture – mentre il riscaldamento dovrà essere impostato a un massimo di 19 gradi.

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

[bws_pdfprint display=’pdf’]

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli ultimi articoli di Riparte l’Italia via email. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente.